AdvertisementAdvertisement

Assoreti, la raccolta del risparmio accelera (+2 miliardi)

Assoreti, la raccolta del risparmio accelera (+2 miliardi)

A novembre le reti di consulenti finanziari associate ad Assoreti hanno raccolto complessivamente 2 miliardi di euro netti, con una crescita del 20,1% rispetto al mese precedente. «Gli investimenti netti sui prodotti del risparmio gestito risultano positivi per 608 milioni di euro, come risultato dell’effetto congiunto dell’incremento dei premi netti versati sui prodotti assicurativi e della contrazione dei deflussi dalle gestioni collettive e da quelle individuali; il saldo delle movimentazioni sui prodotti in regime amministrato è pari a circa 1,4 miliardi di euro», si legge in un comunicato di Assoreti.

Le risorse destinate al comparto assicurativo/previdenziale ammontano a 796 milioni di euro, un valore quasi raddoppiato rispetto ai risultati del mese precedente, con dinamiche positive su tutte le tipologie di prodotti assicurativi.

La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di Oicr è negativa per 46 milionidi euro: i disinvestimenti, spiega Assoreti, coinvolgono le gestioni collettive di diritto estero per un ammontare pari a 139 milioni di euro, mentre il bilancio mensile degli OICR di diritto italiano è positivo per 84 milioni di euro. Il saldo delle movimentazioni effettuate sulle gestioni patrimoniali individuali è negativo per 141 milioni di euro: i disinvestimenti coinvolgono principalmente le gpm (-114 milioni) e in maniera più contenuta le gpf (-28 milioni).

Come vanno le principali reti

Fra le varie società si registra la buona performance di Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking, che chiude il mese di novembre con una raccolta netta positiva di 764 milioni, portando il totale netto da inizio anno a poco sopra 9 miliardi di euro.

Seguono Fineco e Banca Generali, la prima con un saldo positivo di 4,83 miliardi di euro (+181 milioni a novembre), mentre l’istituto controllato dal gruppo Generali ha raccolto ben 204 milioni solo nel penultimo mese del 2018, portando il totale da inizio anno a 4,549 miliardi.

Bene anche Allianz Bank (+300 milioni a novembre, 3 miliardi da inizio anno) e il gruppo Mediolanum (227,9 milioni, +2,7 miliardi da inizio anno). Azimut ha chiuso il mese con una raccolta positiva di 135 milioni (+1,15 miliardi da inizio anno) mentre Bnl Bnp Paribas LifeBanker ha raggiunto quota 931 milioni a fine novembre, di cui 64 milioni nel mese.

Dallo stesso autore