AdvertisementAdvertisementAdvertisement

BNP Paribas AM e sostenibilità, obiettivi ambiziosi

BNP Paribas AM e sostenibilità, obiettivi ambiziosi

BNP Paribas Asset Management ha deciso di potenziare il suo impegno nell’ambito degli investimenti sostenibili, e a questo scopo ha lanciato la sua Strategia Globale per la Sostenibilità. Una decisione che rappresenta un passo avanti per contribuire a un futuro sostenibile, in linea con l’attenzione prestata da BNPP AM ai rendimenti sostenibili a lungo termine degli investimenti gestiti per conto dei propri clienti. D’altronde l’impegno di BNPP AM nei confronti della sostenibilità non è certo nuovo: la banca è uno dei principali player in materia di investimenti sostenibili fin dal 2002, anno di lancio del primo fondo d’investimento socialmente responsabile. Inoltre negli ultimi tre anni, BNPP AM ha ottenuto un rating A+ (il più elevato possibile) nell’ambito dei PRI (Principi per gli investimenti responsabili) a dimostrazione dell’impegno dell’azienda in favore della sostenibilità.

La Strategia Globale per la Sostenibilità dettaglia l’approccio di BNPP AM agli investimenti sostenibili, definendo obiettivi e impegni chiari, e concentrandosi su tre temi chiave per la sostenibilità: la transizione energetica, l’ambiente e le pari opportunità (Energy transition, Environment, Equality = 3E). Un progetto che rafforza la responsabilità di BNPP AM a investire sul lungo termine e a impegnarsi al fianco di tutte le aziende e autorità di regolamentazione per promuovere le best practice e accrescere la consapevolezza circa il ruolo che la finanza può rivestire nella creazione di un mondo sostenibile.

I quattro pilastri

La Strategia si basa su quattro “pilastri” dell’investimento sostenibile, ognuno dei quali è caratterizzato da un proprio solido piano di implementazione. Vediamoli in breve:

Integrazione ESG: BNPP AM integrerà sistematicamente i fattori ESG nei propri processi d’investimento, includendo filosofia d’investimento, ricerca e generazione di idee, costruzione dei portafogli, risk management, impegno, politica di voto, trasparenza e reporting. Questo processo è regolato in maniera formale dalle Linee Guida di Integrazione ESG (sviluppate nel 2018) ed è supervisionato dal Comitato di Approvazione ESG (costituito nel 2018). L’obiettivo è che ogni processo d’investimento – e, per definizione, ogni strategia d’investimento – sia stato revisionato e approvato, entro il 2020, da tale Comitato.

Stewardship: BNPP AM è un’azionista attivo e un investitore scrupoloso, che adotta da anni solide e precise linee guida in materia di deleghe di voto applicabili a una serie di problematiche ESG. Attraverso la nuova Strategia, BNPP AM rafforzerà il suo approccio alla stewardship, dall’impegno nelle aziende in cui detiene partecipazioni al coinvolgimento attivo nei rapporti con i legislatori, le autorità di regolamentazione e gli organismi di settore in merito a problematiche quali il clima e il capitale naturale.

Politiche in materia di responsabilità aziendale e politiche settoriali: BNPP AM aderisce ai principi del Patto Globale delle Nazioni Unite e applica una serie di politiche settoriali che definiscono le condizioni per investire in determinati settori economici e che orientano i suoi criteri di selezione e le sue regole di engagement. Le politiche settoriali sono applicate a tutti i fondi d’investimento aperti. Un esempio di questo approccio è la più severa politica di esclusione diffusa il 14 marzo scorso da BNPP AM e dedicata alle aziende impegnate nell’estrazione di carbone e nella generazione di elettricità a partire dal carbone.

Prospettiva di lungo termine – le “3E”: BNPP AM ha definito una serie di obiettivi e sviluppato degli indicatori chiave (KPI) per misurare il modo in cui allineerà la sua ricerca sugli investimenti, i suoi portafogli e il suo impegno come azienda e nei confronti dei requisiti regolamentari a supporto di ciascuna delle “3E”. I KPI includono l’intensità di emissioni di CO2 dei suoi investimenti, l’impronta idrica dei portafogli, la percentuale di donne presenti nei consigli di amministrazione o il numero di impegni delle imprese volti a promuovere decisioni più sostenibili di allocazione del capitale aziendale.

Per implementare questa strategia nei prossimi tre anni BNPP AM ha creato una roadmap. Nel 2020, la società di asset management introdurrà la misurazione e il reporting sull’impatto e i progressi delle sue iniziative sostenibili, inserendo ulteriori obiettivi nel tempo, ciascuno legato a una delle 3E e a specifici Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU.

«Siamo ormai giunti a un bivio» – ha dichiarato Frédéric Janbon, ceo globale di BNP Paribas Asset Management

«per la comunità finanziaria, è giunto il momento di assumere un’iniziativa decisiva e di fare la propria parte per contribuire alla creazione del futuro sostenibile di cui abbiamo bisogno»

così come definito negli accordi di Parigi e negli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. «BNPP AM è orgogliosa di raccogliere questa sfida: siamo convinti che sia nell’interesse dei nostri clienti e che sia essenziale per la nostra responsabilità fiduciaria. La Strategia Globale per la Sostenibilità, e i relativi investimenti in termini di personale e di sistemi, riflette la nostra crescente ambizione e delinea un progetto di sostenibilità globale, che include ogni nostra attività: dai nostri processi d’investimento al nostro impegno nei confronti delle aziende, dei legislatori, del personale e della società nel suo insieme. Questo impegno ha un ruolo primario nella strategia della nostra azienda e per la nostra capacità di garantire rendimenti sostenibili a lungo termine sugli investimenti dei nostri clienti».