Candriam: “Siamo positivi su titoli tecnologici e servizi di comunicazione”

“La spesa in tecnologia rappresenta attualmente il 28% degli investimenti complessivi delle imprese americane”, commenta Nadège Dufossé, Cfa, head of Asset Allocation di Candriam

Nadège Dufossé, cfa, head of asset allocation di Candriam Investors Group

La nostra view sui titoli tecnologici e i servizi di comunicazione è costruttiva nel medio termine, dal momento che questi continueranno a beneficiare di un livello di crescita strutturalmente più elevato rispetto ad altri settori.

La spesa in tecnologia rappresenta attualmente il 28% degli investimenti complessivi delle imprese americane, soprattutto grazie alla spinta degli investimenti in software. E anche in futuro continuerà a essere così: le intenzioni di spesa dei Cio nell’It restano ai livelli massimi per i prossimi anni, in risposta ai crescenti bisogni di sicurezza informatica e a iniziative come “Software as a Service”.

I titoli tecnologici con la più rapida crescita attesa dei ricavi sono quelli del settore It e quelli del comparto dei servizi di comunicazione.

È comunque fondamentale capire che una parte del settore tecnologico (hardware) ha prospettive di crescita più modeste o è molto ciclica (i semiconduttori). Nel più breve periodo, la leadership dei titoli tecnologici dovrebbe apparire meno evidente.

I servizi di comunicazione (un settore che ora include le internet companies) sono ora più resilienti e dovrebbero continuare a riportare una crescita leggermente positiva degli utili.

Una Fed più accomodante è di supporto per l’azionario, ma la performance del mercato azionario Usa dipenderà anche dalle prospettive economiche. Se le nostre previsioni sono giuste e se il Pil continuerà a crescere leggermente al di sopra del potenziale negli Usa e in Europa, allora resta qualche possibilità di rialzo per il mercato azionario.