AdvertisementAdvertisement

Materie prime e investimenti alternativi: prospettive

Materie prime e investimenti alternativi: prospettive

Ottimismo sull’oro nel lungo periodo. Impennata delle quotazioni petrolifere entro sei mesi. Bene i fondi hedge. Il commento di Ubs

ubs_semibold_rgb

Oro
La forza del dollaro e l’aumento dei tassi d’interesse non giocano a favore dell’oro. In un’ottica di più lungo termine, tuttavia, rimaniamo ottimisti sulle prospettive del metallo giallo e lo consideriamo un valido strumento di copertura per i  portafogli. Crediamo che il ciclo economico si trovi in una fase avanzata, che è associata a un’elevata volatilità di mercato. Rimaniamo dell’avviso che i deficit di bilancio e delle partite correnti degli Stati Uniti finiranno per penalizzare il dollaro.A nostro avviso, le quotazioni aurifere dovrebbero attestarsi  attorno a 1375 dollari l’oncia a 6 e 12 mesi.

Petrolio
Il crollo della produzione in Venezuela, le interruzioni in  Canada e la volontà dell’amministrazione statunitense di  ridurre nettamente le esportazioni di greggio iraniane prima di  novembre dovrebbero mantenere in deficit il mercato petrolifero. L’Arabia Saudita, i suoi alleati tra i paesi del Golfo e la  Russia stanno aumentando la produzione per compensare tali  riduzioni dell’offerta. Il conseguente assottigliamento della capacità in eccesso, unitamente al considerevole calo previsto  per la produzione iraniana, renderà il mercato petrolifero  vulnerabile ad altre interruzioni delle forniture. Ci aspettiamo  che tra sei mesi i prezzi del greggio Brent possano raggiungere o superare 85 dollari il barile. Non escludiamo un’impennata  delle quotazioni petrolifere sino a 100 dollari il barile nei  prossimi 12 mesi, in particolare in presenza di ulteriori interruzioni delle forniture. Ribadiamo che gli investitori con un’elevata tolleranza al rischio potrebbero beneficiare dell’aumento dei prezzi e dei roll yield positivi vendendo posizioni sul rischio di ribasso del greggio o rafforzando le posizioni lunghe sul petrolio.

Hedge fund
Gli hedge fund sono un’importante fonte di rendimento e stabilità per i portafogli multi­asset, soprattutto nelle fasi di volatilità dei mercati. Presentano migliori caratteristiche di rischio/rendimento rispetto a molte altre asset class e offrono accesso a opportunità d’investimento decorrelate, che comportano vantaggi sia in termini di protezione dai ribassi sia di diversificazione. La performance è sostenuta da vari fattori: maggiore dispersione azionaria, ridotta correlazione tra asset class, tassi d’interesse in aumento, moderato incremento della volatilità e divergenza delle politiche monetarie ed economiche. Ci aspettiamo rendimenti annui (in Usd) del 3–6% per il complesso degli hedge fund.

Stefania Basso

Laureata all'Università Statale di Milano, dal 2006 collaboro con Fondi&Sicav. Lunga esperienza nel settore del risparmio gestito come marketing manager presso Franklin Templeton Investments e J.P. Morgan Fleming Am a Milano e a Lussemburgo. Breve esperienza presso Lob Media Relations come ufficio stampa per alcune realtà finanziarie estere. In tutto il mio percorso professionale ho lavorato a stretto contatto con persone provenienti da diverse parti del mondo, che mi hanno permesso di avere un approccio dinamico e stimolante e di apprendere attraverso il confronto con realtà differenti.

Dallo stesso autore