Advertisement

Mercati cinesi: rimbalzo aiuta ripresa Borse asiatiche

Mercati cinesi: rimbalzo aiuta ripresa Borse asiatiche

Piazza Affari e Borse europee in territorio positivo. Mercati asiatici in ripresa. Wall Street ha terminato la sessione di scambi in territorio positivo

Aggiornamento sui mercati a cura di UniCredit

Piazza Affari apre in lieve rialzo, con il Ftse Mib che segna +0,40% circa, in linea con gli altri listini europei. In calo in avvio solo Banco Bpm e Campari.

Banco Bpm (Eur 2,34): ha chiuso ieri in calo del 9% dopo i dati trimestrali, che hanno portato ad una raffica di downgrade che hanno fatto
cedere il titolo.

Carige (Eur 0,0098): il consigliere Ilaria Queirolo si è dimessa dal CdA coneffetto immediato per le “palesi tensioni cui è stato sottoposto il consiglio di amministrazione, nonché l’insorgere di insanabili divergenze sulla gestione aziendale”. Secondo il Sole 24 Ore e la Stampa è stato convocato oggi il Cda per le risposte alla Bce su governance e bond. Si tratterà di una risposta “interlocutoria” in attesa della nomina del prossimo consiglio.

Tod’s (Eur 62,80): in forte crescita dopo i risultati del semestre e la promozione di diversi broker. Kepler Cheuvreux ha portato la raccomandazione a Hold da Reduce, così come Societe Generale, aumentando il prezzo obiettivo a Eur 59. Il primo semestre della società del lusso ha mostrato una crescita dell’1,8% delle vendite a 492 mln, sopra stime. L’utile netto del Gruppo è pari a 33,7 mln (da 34,7 mln dello
stesso periodo dello scorso anno).

Wall Street ha terminato la sessione di scambi in territorio positivo. Il Nasdaq 100 ha guadagnato lo 0,59%, l’S&P 500 lo 0,35% e il Dow Jones lo 0,16%. Tra le Blue Chips, Intel ha perso lo 0,06% dopo che gli analisti di Barclays hanno rivisto al ribasso la raccomandazione sul titolo da Overweight ad Equal Weight. Acquisti su Walt Disney (+1,65%) in attesa dei dati trimestrali.

Il rimbalzo degli affaticati mercati cinesi aiuta oggi la ripresa delle Borse asiatiche, sostenute anche dai guadagni di Wall Street sulla scia dei risultati societari che risvegliano l’appetito degli investitori, ridotto dalle crescenti tensioni Usa-Cina sui dazi. Tokyo ha chiuso a +0,69% spinta al rialzo dalla trimestrale di SoftBank, in attesa dei prossimi risultati societari.

Trimestrale Commerzbank: l’istituto tedesco ha annunciato oggi di essere tornato ad un utile netto nel secondo trimestre. Il risultato netto si è
attestato a 272 mln, oltre attese (227 mln). Nello stesso periodo dello scorso anno, la banca aveva registrato una perdita di 640 mln. Per quel che riguarda l’intero primo semestre, l’utile netto si è attestato a 533 mln, a fronte di una perdita nel primo semestre del 2017 di 414 mln.

Cambi Eur/Usd a 1,157. Dollaro complessivamente stabile, mentre resta sotto pressione la sterlina, scesa ai minimi da 11 mesi rispetto al biglietto verde sui rinnovati timori di ‘hard’ Brexit.

Commodities Petrolio Wti a 69,27. In rialzo, sebbene contenuto, i prezzi del greggio, che scontano l’entrata in vigore in queste ore delle nuove sanzione Usa contro il petrolio iraniano. Tuttavia, nonostante la determinazione di Washington, le nuove sanzioni trovano un’ampia
opposizione internazionale, inclusa quella di numerosi paesi europei, della Cina e dell’India.

Obbligazionario: il Bund future di settembre ha aperto in calo di 12 tick a 162,23. Lo spread Btp/Bund 10y riparte da quota 252 pts, con il
rendimento del nostro decennale al 2,9%.

Macroeconomia: In Germania la bilancia commerciale è migliorata, evidenziando a giugno un surplus di 21,8 mld, in aumento rispetto ai 19,7
mld precedenti. Gli analisti avevano pronosticato un surplus commerciale pari a 20,9 mld. Sempre in Germania, la produzione industriale ha segnato a giugno un calo dello 0,9% rispetto a maggio, quando era salita del 2,4%.

 

Dallo stesso autore