AdvertisementAdvertisementAdvertisement

Lifestyle

Niko Romito, oltre le tre stelle Michelin

Niko Romito, oltre le tre stelle Michelin

Niko Romito_by Alberto Zanetti

«Della mia cucina si dice spesso che è semplice. È verissimo, nel senso che manca di complicazione, eppure sottintende una notevole complessità. La complessità in cucina può essere vantaggiosa, la complicazione mai».

La semplicità è il mantra di Niko Romito, tre stelle Michelin, chef pluripremiato, che con il suo Ristorante Reale ha conquistato, sia la cima della classifica nell’edizione 2019 della Guida ai Ristoranti d’Italia con il massimo punteggio di 96/100, sia i cinque cappelli (il massimo riconoscimento) dell’edizione 2019 della Guida ai Ristoranti d’Italia de L’Espresso.

Ma non ha spopolato solo in Italia: dopo soli tre mesi dall’apertura del Ristorante Bulgari di Shanghai, ha ottenuto una stella Michelin. Ricordiamo infatti che Niko Romito firma i menù dei Ristoranti Bulgari di Pechino, Dubai e, da fine agosto, anche di quello di Milano.

Il menu pensato per Bulgari è lo stesso in tutte le location, per dare continuità e identità e rappresenta un inno all’italianità assoluta: lo chef ha deciso di ricodificare i grandi classici della nostra cucina.

Classe 1974, cuoco autodidatta, molto legato al suo Abruzzo, dal 2000 gestisce con la sorella Cristiana il ristorante Reale. Ha cominciato a Rivisondoli, nell’ex pasticceria di famiglia divenuta trattoria, e nel 2011 ha trasferito la sua attività a Casadonna, ex monastero del ’500 a Castel di Sangro nel Parco Nazionale d’Abruzzo. 

CASADONNA 

La tenuta cattura al primo sguardo: il restauro ha reso il complesso minimal, unico e raffinato, pur mantenendo viva la sua storia, con dettagli preservati e messi in evidenza. Casadonna è immersa armonicamente nella natura circostante, occupa sei ettari, conta un vigneto sperimentale, un frutteto e un giardino di erbe aromatiche e spontanee. All’interno della struttura sono presenti il ristorante Reale***, nove camere ricche di charme, e la scuola di cucina professionale “Accademia Niko Romito”, scuola di alta formazione professionale, accreditata dalla Regione Abruzzo e partner della Unisg di Slow Food.

Le nove camere, di cui tre suite, colpiscono per l’armonia degli svariati materiali utilizzati (legno di recupero, ferro, pietra antica, vecchie ceramiche, lino e lana cotta). Gli arredi raffinati, gli affacci sul giardino e la montagna contribuiscono a creare un’atmosfera di grande suggestione e comfort. 

Casadonna_Francesco Scipioni

Casadonna_by Francesco Scipioni

REALE

Il Reale conquista fin da subito: le materie prime della tradizione rivisitate dalle sapienti mani di Niko portano la prima stella Michelin  nel 2007 e la seconda nel 2009. Nel 2013, all’interno di Casadonna, arriva la terza stella. Cristiana e Niko gestistono con rigore e forte passione, sia la cucina, sia la sala; non esistono barriere.