Satispay, l’app che semplifica

satispay
satispay

Avete sentito parlare di Satispay? Satispay SpA è una startup innovativa nata nel 2015 dall’intenso lavoro di un team di giovani italiani. Grazie a diversi round di finanziamento, la società ha raccolto ad oggi complessivamente circa 42 milioni di Euro. E’ una piattaforma di mobile payment indipendente dalle carte di credito e di debito che può essere utilizzata da chiunque, con qualunque conto corrente bancario e accettata dagli esercenti con qualunque tipo di dispositivo (smartphone, tablet, computer, registratore di cassa, POS). La connessione diretta al conto corrente sia di utenti che esercenti, consente di abbattere i costi ed offrire ai merchant una soluzione economicamente vantaggiosa e di facile utilizzo.

Satispay rappresenta il primo strumento utilizzabile quotidianamente per la gestione del denaro: dagli acquisti nei negozi, allo scambio di denaro tra amici, fino al pagamento di servizi e ai risparmi. 
È sufficiente scaricare l’app Satispay sul proprio smartphone (l’app è sia Android che iOS) e registrarsi inserendo i propri dati identificativi e l’IBAN di un proprio conto corrente. Una volta iscritti e impostata la somma prepagata di cui si desidera disporre su Satispay, è possibile pagare presso esercenti fisici e online convenzionati, scambiare denaro con i contatti della propria rubrica telefonica, effettuare ricariche telefoniche, pagare i servizi della Pubblica Amministrazione pagoPA, donare ad enti no profit e accumulare piccole somme di denaro in automatico grazie alla funzionalità Risparmi.

Per gli esercenti aderenti al servizio non sono infatti previsti costi di attivazione o canoni mensili ma soltanto una commissione fissa di 0,20€ per i pagamenti superiori a 10€; tutti gli incassi inferiori a questa soglia non hanno alcuna commissione. Per la competitività delle sue tariffe e la semplicità d’uso, Satispay è stata subito riconosciuta come efficace risposta a una concreta necessità, tanto da assistere ad una sempre più importante diffusione spontanea tra utenti privati e merchant. Una strategia “merchant first” per un servizio ideale sia per i piccoli negozi indipendenti che per le grandi catene: agli esercenti basta uno smartphone, un tablet o un computer su cui installare l’app Satispay Business per iniziare ad accettare i pagamenti. Oltre a questa possibilità, Satispay ha confermato il proprio ruolo di first mover integrandosi anche con i POS (Ingenico e Pax) e i software di cassa (TCPos, NCR, Diebold – Nixdorf, Olivetti), avviando così l’attivazione su decine di migliaia di esercizi e offrendo tutte le soluzioni più adatte anche per grandi catene retail. Scelte che rispondono alla chiara strategia dell’azienda di sostenere la crescita del servizio trasformando qualsiasi strumento già presente nei negozi in un terminale per ricevere i pagamenti con Satispay. Oltre agli evidenti vantaggi economici, Satispay consente anche di migliorare l’esperienza del cliente, rendendo più rapido ed efficiente il pagamento e riducendo i tempi di attesa alla cassa. Inoltre, per i negozi, l’app rappresenta un potente canale di marketing attraverso il quale comunicare  promozioni e iniziative speciali alla sempre più numerosa e ricettiva community che utilizza quotidianamente il servizio. Sono questi i motivi che convincono piccoli negozi e grandi brand a integrare Satispay come sistema di pagamento, tra questi: Esselunga, Benetton, Caffè Vergnano, Grom, MyChef, Old Wild West, Total Erg, Kasanova, Motivi, Arcaplanet, Coop, Trenord, Pam, Eataly, Naturasì, Tigotà, Pittarosso, Yamamay, Carpisa, Brico Io, Lagardère.

La piattaforma Satispay, al momento attiva sul territorio nazionale, è concepita per funzionare in tutta Europa perché utilizza le transazioni SEPA: nuovi RID e bonifici standard utilizzati, dal 2014, da tutte le banche dei 34 paesi SEPA (29 paesi UE più Islanda, Norvegia, Svizzera, Liechtenstein e Principato di Monaco).