Advertisement

WisdomTree amplia il team italiano

WisdomTree amplia il team italiano

wisdom-treeDopo l’acquisizione del core business europeo di ETF Securities, WisdomTree Investments ha visto aumentare i suoi Aum a circa $59 miliardi a livello globale, diventando il nono più grande provider di ETP a livello internazionale e il primo emittente di ETP indipendente su scala globale sulla base del patrimonio gestito, con dimensioni e presenza significative negli Stati Uniti e in Europa, i due maggiori mercati in questo settore.

A seguito di questi successi, WisdomTree Investments, ha deciso di ampliare il proprio team commerciale in Italia, nominando Massimo Siano e Antonio Sidoti Co-Head of Southern Europe Distribution, per consolidare il presidio italiano.

Massimo Siano arriva da in ETF Securities, dove ha gestito gli esordi ed il consolidamento in Italia, posizionandola tra i maggiori leader nel settore degli ETC ed ETN, collettivamente “exchange-traded products” (ETP) nel mercato italiano.

Antonio Sidoti in WisdomTree come Director of Italian Sales dal 2013, ha contribuito all’affermazione della forte expertise di WisdomTree sia nel campo delle strategie smart beta applicata a strumenti quotati e nella creazione di indici proprietari, sia nel campo degli ETP short e leverage e relativi approcci di utilizzo

A completare il team, Emanuela Salvade, Sales Associate.

David Abner_Responsabile Europa WisdomTree

David Abner Responsabile Europa WisdomTree

 

David Abner, Head of WisdomTree Europe, ha dichiarato:Gli investitori italiani mostrano da sempre grande interesse per esposizioni innovative alle diverse asset class, e lo spirito pioneristico è esattamente ciò che accomuna WisdomTree e di ETF Securities. La recente acquisizione aggiunge redditività, diversificazione e dimensione al nostro business in Europa. Inoltre, ci consente di presidiare ancora più da vicino un mercato per noi strategico come quello italiano e di relazionarci con un più ampio spettro di investitori, in particolar modo quelli interessati alle materie prime e ai principali mercati azionari europei”.

 

 

Dallo stesso autore