Investire in Cina, i rapporti con gli stakeholder

Janus Henderson Investors ha lanciato il quinto modulo della serie formativa dedicata all’investimento in Cina

Il modulo, intitolato “I rapporti con gli stakeholder”, esamina le interazioni tra il settore privato, innovativo e in rapida evoluzione, e il settore statale, protetto dal governo cinese, e analizza in che modo una divergente regolamentazione influisca sulle decisioni di investimento.

La comprensione delle tensioni a livello dei rapporti con i diversi stakeholder nell’ambito delle aziende cinesi può aiutare a prevederne il comportamento e a valutarne l’approccio nei confronti di tutti gli azionisti. Questo modulo prende in considerazione il ruolo dello stato nella gestione dell’economia e le conseguenze per
gli investitori globali.

Principali conclusioni:
• La Cina ha un’economia ibrida in cui le aziende del settore privato, che sono innovative dal punto di vista tecnico e possono avere effetti molto dirompenti, coesistono e interagiscono con aziende di proprietà statale che stanno subendo una profonda riforma.
• In Cina, un sistema di capitalismo gestito consente alle imprese private di prosperare a fianco di settori protetti dell’economia che sono di proprietà dello stato.
• La comprensione delle tensioni nei rapporti con gli stakeholder nell’ambito delle società cinesi è fondamentale per le decisioni di investimento.

Mike Kerley, Direttore Pan-Asian Equities e Portfolio Manager di Janus Henderson Investors ha dichiarato, “È essenziale comprendere bene la struttura dell’azionariato di una società e dove si posiziona nel variegato panorama delle imprese in Cina per determinare, in particolare, se le forze del mercato sono incoraggiate oppure limitate. Questo fattore può influire sull’efficienza operativa di un’impresa, nonché sulla sua redditività e sul suo comportamento nei confronti degli azionisti di minoranza.

Rocki Gialanella
Laurea in Economia internazionale presso l’Università degli Studi di Napoli ‘Federico II’. Ho abbracciato il progetto FondiOnline.it nel 2001 e da allora mi sono dedicato allo sviluppo/raggiungimento del target che ci eravamo prefissati: dare vita a un’offerta informativa economico-finanziaria dal linguaggio semplice e diretto e dai contenuti liberi e indipendenti. La storia continua con FONDI&SICAV.
Advertisement