A dicembre + 9 mld di euro per l’industria del risparmio gestito

Il 2014 si chiude provvisoriamente con sottoscrizioni record per 129 mld e un patrimonio vicino ai 1.600 mld. Miglior risultato degli ultimi 14 anni per i Fondi aperti (+87 mld). La Mappa mensile curata da Assogestioni

A dicembre l’industria del risparmio gestito raccoglie circa 9 miliardi di euro e chiude l’anno con flussi che sfiorano i 129 miliardi. I fondi aperti hanno registrato sottoscrizioni per più di 5,4 miliardi, realizzando il migliore anno dal 1999 con 86,8 miliardi raccolti.

Per le gestioni di portafoglio le sottoscrizioni ammontano a quasi 3,4 miliardi (istituzionali +2,6mld e retail +752mln). Dall’inizio dell’anno i mandati hanno messo a segno una raccolta di 41 miliardi di euro. Il patrimonio gestito dall’industria segna il nuovo record salendo a 1.579 miliardi. Il 54% degli asset, 855 miliardi, è investito nei mandati, mentre il restante 46%, circa 725 miliardi di euro, è impiegato nelle gestioni collettive.

Tra i fondi di lungo termine, le categorie che attraggono le preferenze dei sottoscrittori sono: i flessibili (+2,5mld a dicembre”; +41,6mld nel 2014), gli obbligazionari (+1,5mld a dicembre; +28,1mld nel corso dell’anno), i bilanciati (+920mln; +10,8mld) e gli azionari (+116mln; +8,3mld).