A febbraio exploit della raccolta con +20 mld di euro

I fondi comuni d’investimento catalizzano sottoscrizioni per 14 mld. La mappa mensile a cura di Assogestioni

A febbraio l’industria del risparmio raccoglie più di 20 miliardi di euro, 14 dei quali provengono dai solo fondi comuni. Risultato importante anche per le gestioni di portafoglio che raccolgono sottoscrizioni per 5,9 miliardi”; 3,3 dalle gestioni retail e 2,6 miliardi dalle gestioni istituzionali. Il patrimonio gestito, sotto l’effetto della raccolta e dell’attività di gestione, accelera e segna un nuovo record sopra i 1.675 miliardi di euro.

Il 54% degli asset – pari a 897 miliardi – risulta investito nei mandati. Il restante 46% – 778 miliardi di euro – è invece impiegato nelle gestioni collettive (fondi aperti e fondi chiusi).

I sottoscrittori che hanno consegnato i loro risparmi ai fondi comuni hanno scelto in prevalenza i prodotti flessibili (+5,5mld), gli obbligazionari (+4,3mld), gli azionari (+2,3mld) e i bilanciati (+2,1mld).