America centrale, migliora economia nel secondo trimestre

Nel 2017 prevista una crescita del 5,8% e 5,7% rispettivamente per Repubblica domenicana e Panama. FocusEconomics

I ti recenti indicano che l’economia dell’America centrale e della regione caraibica ha guadagnato slancio nel secondo trimestre dell’anno in corso, in forte miglioramento rispetto alla decelerazione registrata nel primo trimestre. Il Pil è salito del 3,5% nello stesso trimestre dello scorso anno, secondo la stima preliminare.

Nel secondo trimestre sono stati registrati sviluppi positivi nella Repubblica domenicana, con il Pil che ha registrato la crescita più rapida degli ultimi sei anni, secondo la stima flash. Nella prima metà dell’anno l’economia è stata supportata da una buona performance nel settore agricolo e dell’estrazione dei minerali. Inoltre, secondo la Banca centrale, il settore finanziario del paese è stato robusto, con livelli elevati di liquidità nella prima metà dell’anno. Il settore dei servizi, invece, ha vacillato a causa della crescita più debole delle vendite retail e dei sotto-settori dei trasporti. L’economia giamaicana è accelerata nel secondo trimestre crescendo al tasso più rapido degli ultimi tre trimestri. Questo perché il programma di “Extended Fund Facility”, ovvero di agevolazione ampliata di credito, concordato con il Fondo Monetario Internazionale, sta dando i suoi frutti. Il paese potrebbe ricevere la prossima quota del prestito questo mese. Negli altri paesi della regione, i miglioramenti nel secondo trimestre sono stati registrati nelle economie di Guatemala e Costa Rica grazie alla domanda domestica più solida.

L’economia della regione potrebbe decelerare lievemente quest’anno rispetto alla crescita dello scorso anno, anche se il miglioramento delle rimesse e del turismo supporterà l’attività economica. A settembre l’outlook di crescita del Pil dell’America centrale e dei paesi caraibici è rimasto invariato per il quarto mese consecutivo. Viene stimata una crescita dell’economia nella regione del 3,0% quest’anno. L’outlook economico è rimasto invariato per cinque economie su dodici della regione, compreso Costa Rica e Puerto Rico. Le prospettive di crescita sono state riviste al rialzo per cinque economie, compreso la Repubblica domenicana e il Guatemala. Panama e Trinidad e Tobago sono stati gli unici paesi che hanno visto un declassamento delle stime di crescita quest’anno. La proiezione della regione per il 2017 è stata corretta leggermente al rialzo, con il Pil stimato a +3,2%.

La Repubblica domenicana sarà quella a crescita più rapida della regione, seguita da Panama, con tassi di crescita del 5,8% e 5,7% rispettivamente. Peggiori performer invece saranno Trinidad e Tobago, con l’economia in calo del 2,0%, seguita da Puerto Rico, con un tasso di contrazione dell’1,3%.

Stefania Basso
Laureata all'Università Statale di Milano, dal 2006 collaboro con Fondi&Sicav. Lunga esperienza nel settore del risparmio gestito come marketing manager presso Franklin Templeton Investments e J.P. Morgan Fleming Am a Milano e a Lussemburgo. Breve esperienza presso Lob Media Relations come ufficio stampa per alcune realtà finanziarie estere. In tutto il mio percorso professionale ho lavorato a stretto contatto con persone provenienti da diverse parti del mondo, che mi hanno permesso di avere un approccio dinamico e stimolante e di apprendere attraverso il confronto con realtà differenti.
Advertisement