Analisi del mercato ETP a febbraio

Gli investitori stanno sempre più privilegiando l’azionario “ex USA” e l’obbligazionario corporate””. Il report mensile “BlackRock Global ETP Landscape” sull’andamento del mercato degli ETP

I flussi globali degli ETP, pari a 50 miliardi di dollari, rappresentano il quarto miglior mese mai registrato e portano la raccolta complessiva da inizio anno a 62,3 miliardi di dollari. In termini di asset class, gli investitori stanno sempre più privilegiando l’azionario “ex USA” e l’obbligazionario corporate rispetto a segmenti relativamente meno rischiosi.

Le esposizioni azionarie paneuropee hanno segnato un nuovo massimo mensile di 8,9 miliardi di dollari trainati dall’acquisito di obbligazioni da parte della BCE e all’indebolimento dell’Euro, i flussi da inizio anno (17,4 miliardi di dollari) hanno già superato il picco dello scorso anno.

La raccolta sul reddito fisso si è rafforzata, con flussi di 17,8 miliardi di dollari, guidati da un nuovo record mensile di 5,2 miliardi di dollari dell’obbligazionario corporate high yield a seguito di un intensificarsi della ricerca di rendimento.

Invertendo l’andamento negativo degli ultimi cinque mesi, l’azionario dei mercati emergenti ha mostrato segnali di stabilizzazione, con flussi positivi di 2,7 miliardi di dollari, dato che le politiche accomodanti di numerose Banche Centrali e inferiori prezzi del petrolio hanno favorito esposizioni allargate sugli emergenti, oltre a fondi cinesi ed indiani.

Dopo i pesanti riscatti del mese di gennaio, il rialzo del mercato azionario statunitense ha portato ad un rimbalzo degli ETP azionari USA con flussi a 3,9 miliardi di dollari, seppur modesti rispetto ad altre esposizioni.

Ursula Marchioni, responsabile della ricerca ETP per l’area EMEA di iShares, ha commentato: “”A febbraio l’industria globale degli ETP ha registrato afflussi netti per 50 miliardi di dollari, grazie ai venti favorevoli del QE della BCE annunciato nel mese di gennaio e alla distensione dei rapporti tra Grecia e il resto dell’Eurozona. L’obbligazionario ha trainato la raccolta con flussi mensili per 17,8 miliardi di dollari, seguito da esposizioni sull’azionario europeo con 11,5 miliardi di dollari””. “”Dall’inizio del 2015 gli ETP obbligazionari hanno registrato flussi per 31 miliardi di dollari, un ritmo record che batte il precedente picco registrato nel 2014. Gli ETP che consentono un’esposizione ai segmenti corporate bond investment grade e high yield sono stati i principali motori della crescita della raccolta, con 15,7 miliardi di dollari di flussi combinati, dato che la ricerca del rendimento continua nello spazio del credito. Per l’asset class azionaria, gli ETP europei hanno raccolto da inizio anno 22 miliardi di dollari su scala globale, facendo la parte del leone tra i prodotti azionari sui Paesi sviluppati, pari complessivamente a 26 miliardi di dollari”. “”A febbraio gli ETP domiciliati in Europa hanno registrato forti flussi, con una raccolta superiore a 10 miliardi di dollari per il secondo mese consecutivo. Il patrimonio totale in gestione di questi prodotti ha raggiunto 491 miliardi di dollari, guidato da ETP azionari europei quotati a livello locale, con flussi di 12,5 miliardi di dollari dall’inizio del 2015, superiore alla raccolta complessiva del triennio 2012-2014″”.

Emanuele Bellingeri, responsabile per l’Italia di iShares, ha così commentato l’andamento del mercato italiano: “In Italia, nei primi due mesi del 2015, i nuovi flussi sugli ETF hanno ulteriormente accelerato la propria corsa. In particolare febbraio ha registrato i terzi migliori flussi mensili di sempre. La raccolta si è concentrata soprattutto sull’obbligazionario corporate sia investment grade che high yield e sull’azionario europeo. Abbiamo altresì notato qualche alleggerimento sulle attività con le esposizioni al dollaro sia in ambito azionario che fixed income. A livello distributivo crescono i portafogli di asset allocation che usano ETF come sottostanti sia in ambito di prodotti di risparmio gestito che assicurativo e prevediamo un ulteriore rapido sviluppo di questo trend”.