Bce, nessuna sorpresa in arrivo a Jackson Hole

“Prevale l’atteggiamento cauto”, commenta Gero Jung, chief economist di Mirabaud AM

Lo scorso trimestre la crescita del Pil dell’Eurozona ha raggiunto quota +0,6% su base trimestrale, con un contributo significativo proveniente da Olanda, Germania e Francia. Positivamente, l’attività italiana è risalita leggermente (+0,4% trimestre su trimestre). Osserviamo inoltre che la crescita del Pil in Germania è stata rivista al rialzo nel primo trimestre (di 0,1 punti percentuali), mentre nel secondo trimestre ha raggiunto lo 0,6% su base trimestrale.

Sul fronte della spesa, contributi positivi sono arrivati dai consumi privati, dalla spesa di governo e dagli investimenti fissi in costruzioni, macchinari e attrezzature. Tuttavia, notiamo anche una decelerazione del commercio netto a causa delle importazioni in espansione rispetto alle esportazioni.
Questo ultimo sviluppo probabilmente continuerà, considerato il recente apprezzamento dell’euro in seguito al calo dell’incertezza politica e viste le aspettative più basse circa tassi d’interesse più elevati negli Stati Uniti.

Quanto alla Banca centrale europea, il prossimo discorso del presidente Mario Draghi a Jackson Hole affronterà le dinamiche economiche globali, ma non la politica monetaria di per sé. Ciò rende improbabile un annuncio a sorpresa di politica monetaria. A nostro avviso, la Bce rimarrà cauta al fine di controllare un potenziale disallineamento tra dati reali e comunicazioni che potrebbe portare a un’ulteriore volatilità sui mercati finanziari, specialmente sui mercati di cambio valutari.

Stefania Basso
Laureata all'Università Statale di Milano, dal 2006 collaboro con Fondi&Sicav. Lunga esperienza nel settore del risparmio gestito come marketing manager presso Franklin Templeton Investments e J.P. Morgan Fleming Am a Milano e a Lussemburgo. Breve esperienza presso Lob Media Relations come ufficio stampa per alcune realtà finanziarie estere. In tutto il mio percorso professionale ho lavorato a stretto contatto con persone provenienti da diverse parti del mondo, che mi hanno permesso di avere un approccio dinamico e stimolante e di apprendere attraverso il confronto con realtà differenti.
Advertisement