Bond high yield più interessanti rispetto a titoli del Tesoro

L’inchiesta di Fondi&Sicav sulle obbligazioni high yield americane prosegue con il contributo di Gary Russell, head of US High Yield Deutsche AM 

 

Deutsche AM_logo_small square_lefthanded_CMYK
L’inflazione Usa mostra segni di ripresa e il rendimento nominale dei treasury non offre protezione agli investitori. Molti indicano gli HY bond come possibile soluzione al problema di ottenere rendimenti obbligazionari tali da far fronte all’incedere dell’inflazione. Pensate che il segmento sarà in grado di offrire rendimenti reali interessanti?

Per il resto dell’anno prevediamo che le obbligazioni ad alto rendimento forniranno rendimenti totali interessanti rispetto ai titoli del Tesoro e alle obbligazioni investment grade. Prevediamo che le condizioni economiche favorevoli, i prezzi delle materie prime stabili e il miglioramento complessivo della qualità del credito degli emittenti high yield porterà ad un ulteriore calo dei tassi di default degli high yield, il che contribuirà positivamente sui rendimenti totali dell’asset class.

Che cosa possono aspettarsi gli investitori dal mercato high yield Usa nei prossimi mesi? Quali sono a vostro avviso i rischi maggiori e su quali duration ritenete opportuno focalizzarvi in vista delle prossime decisioni della Fed e della Trumpnomics?

Nei prossimi mesi ci aspettiamo che i rendimenti totali degli high yield americani siano sullo stesso livello della cedola. Riteniamo che, come rovescio della medaglia, il maggior rischio risiede nel ritmo di crescita dei tassi da parte della Fed, che, se eccessivamente aggressivo, spinge l’economia in recessione. Nel valutare la sensibilità dei tassi di interesse, riteniamo che quando si prendono decisioni di investimento sia i rating sul credito sia le scadenze obbligazionarie forniscono preziose informazioni. Abbiamo una visione più favorevole sui titoli obbligazionari con rating singola B, le cui variazioni di prezzo, storicamente, dimostrano meno correlazione con le oscillazioni dei tassi di interesse rispetto alle obbligazioni con rating doppia B.

Stefania Basso
Laureata all'Università Statale di Milano, dal 2006 collaboro con Fondi&Sicav. Lunga esperienza nel settore del risparmio gestito come marketing manager presso Franklin Templeton Investments e J.P. Morgan Fleming Am a Milano e a Lussemburgo. Breve esperienza presso Lob Media Relations come ufficio stampa per alcune realtà finanziarie estere. In tutto il mio percorso professionale ho lavorato a stretto contatto con persone provenienti da diverse parti del mondo, che mi hanno permesso di avere un approccio dinamico e stimolante e di apprendere attraverso il confronto con realtà differenti.
Advertisement