Borse asiatiche in forte rialzo

Aggiornamento sui mercati e agenda macro a cura di UniCredit

La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in forte rialzo (Nikkei +1,61%), spinta da una ripresa dell’appetito per il rischio a livello globale dopo la notizia che alla candidata democratica non verrà contestato alcun illecito nell’indagine sulle sue email. Suzuki Motor (+7,19%) ha alzato le stime dell’utile operativo per l’anno. Il quotidiano Asahi ha riportato che il suo principale investitore sostenuto dallo Stato sta preparando circa JPY500 mln di aiuti per il fornitore di Apple, Japan Display (+8,99%), in difficoltà. Hong Kong al momento guadagna +1,25%, Shangai +0,26%.

Wall Street ha chiuso in calo venerdì
Wall Street ha chiuso venerdì in calo, con Dow Jones -0,24%, S&P500 -0,17% e Nasdaq100 -0,4%, appesantita dalle incertezze sulle prossime elezioni presidenziali e con i dati sull’occupazione che hanno segnalato che la prima economia mondiale è abbastanza robusta da poter sostenere un rialzo dei tassi a dicembre. CBS (+2,7%) ha annunciato una trimestrale migliore delle attese e indicato che la crescita della raccolta pubblicitaria sta accelerando. Kraft Heinz (-2,6%) ha archiviato ricavi in calo lo scorso trimestre più di quanto atteso dagli analisti. Attese in giornata le trimestrali di News Corp, Cognizant Technology, Priceline Group, Marriott International.

Dollaro allunga sullo yen
Eur/Usd a 1,1057. Biglietto verde in apprezzamento nei confronti dello yen e della valuta unica sul finale degli scambi asiatici grazie al rientro del clima di avversione al rischio dopo la notizia che Hillary Clinton non sarà incriminata dall’Fbi sul cosiddetto ’email gate’.

Petrolio in consistente rialzo
Petrolio Wti in consistente rialzo a USD44,68 al barile, reduce da una settimana di pesanti realizzi, mentre i produttori si preparano a un taglio dell’offerta coerente con l’accordo del 30 novembre scorso. Il segretario generale Opec conferma che i Paesi rispetteranno l’impegno sulla riduzione.

Obbligazionario
Il Bund future dicembre ha aperto stamane in calo di 50 tick a 162 lo spread Btp/Bund 10y è a 158 pts, con il rendimento del decennale italiano all’1,74%. Il Tesoro annuncia quantitativi Bot a 12 mesi, scadenza 14/11/2017, in asta il 10 novembre.

Agenda macro
L’agenda macro prevede in giornata l’indice HBOS sui prezzi degli immobili nel Regno Unito e il dato aggregato Eurozona sulle vendite al dettaglio.

Advertisement