Borse asiatiche in ribasso

Borse asiatiche in calo. Aggiornamento sui mercati e agenda macro a cura di UniCredit

La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in ribasso (Nikkei -1,34%), appesantito dalla performance dell’ultima seduta di Wall Street e dal rafforzamento dello yen nei confronti del dollaro. Secondo gli operatori la maggior parte degli investitori sono rimasti alla finestra, in attesa del dibattito di stasera. Oggi i titoli dell’export giapponese sono in calo, in particolare Honda Motor e Advantest. Hong Kong al momento perde circa l’1,38%, Shangai -0,95%.

Wall Street chiude in calo venerdì
Wall Street ha chiuso venerdì in calo, con Dow Jones -0,71%, S&P500 -0,57% e Nasdaq100 -0,66%, appesantita dalle perdite di Apple e dei petroliferi. Secondo la società di ricerca GfK le vendite dell’iPhone sono state finora in Europa nettamente inferiori a quelle registrate lo scorso anno. Facebook (-1,6%) avrebbe per due anni sovrastimato il tempo medio di visione delle pubblicità video. In questo modo gli inserzionisti avrebbero pagato più del dovuto. ha guadagnato il 21,4%. Secondo quanto riporta l’emittente televisiva CNBC alcuni grandi gruppi tecnologici sarebbero interessati al noto sito di micromessaggi, Twitter (+21,4%). Attese in giornata le trimestrali di Vail Resorts, Carnival, Cal-Maine Foods.

Dollaro poco mosso stamane
Eur/Usd a 1,1223. Biglietto verde poco variato nei confronti delle principali controparti, con gli investitori in cauta attesa dell’esito del primo confronto tv tra Hillary Clinton e Donald Trump, candidati dalla presidenza Usa.

Petrolio wti in rialzo
Petrolio Wti in rialzo a USD44,86 al barile dopo la caduta del 4% di venerdì, spinto dalle dichiarazioni del ministro dell’energia algerino, che ha dichiarato che la riunione informale dei produttori Opec in agenda questa settimana è aperta a tutte le opzioni per tagliare la produzione.

Obbligazionario
Il Bund future dicembre ha aperto stamane in rialzo di 11 tick a 165,14 lo spread Btp/Bund 10y è a 129 pts, con il rendimento del decennale italiano all’1,20%.

Agenda macro
L’agenda macro della giornata prevede nella mattinata la diffusione degli indici IFO sulla fiducia delle imprese e sul Business expectation in Germania mentre in Italia verranno rese note le vendite al dettaglio. Nel pomeriggio negli Stati Uniti saranno comunicate le vendite di case nuove nel mese di Agosto.

Advertisement