Borse asiatiche negative

Le borse dell’area Asia-Pacifico sono di nuovo in calo oggi, dopo che il forte ribasso della lira turca ha contagiato il rand sudafricano e ha aumentato la domanda di monete-rifugio, come il dollaro, franco svizzero e yen. L’indice Nikkei è perso il 1,98%, Hong Kong -1,40% e Shangai -0,28%. Aggiornamento sui mercati a cura di UniCredit

Petrolio poco mosso
Quotazioni poco mosse per il greggio questa mattina, con in Wti a USD67,6 al barile. Il progressivo inasprirsi delle tensioni commerciali internazionali indebolisce le prospettive della domanda, soprattutto in Asia, nonostante le nuove sanzioni Usa contro l’Iran spingano ancora verso un restringimento dell’offerta.

Euro in calo
L’euro scambia sui minimi da 13 mesi nei confronti del dollaro, in un mercato colpito dal crollo della lira turca, che in questo momento predilige le valute ritenute più sicure, quali il biglietto verde o lo yen. L’Eur/Usd scambia intorno a 1,14.

Italia: attesi dati su inflazione luglio
Istat pubblica stamane la lettura finale dell’inflazione italiana di luglio. Si parte da una stima preliminare di 1,5% tendenziale per il dato nazionale (Nic) e 1,9% per l’armonizzato (Ipca). Su base congiunturale la stima falsh aveva indicato una variazione dei prezzi al consumo di +0,3% per l’indice nazionale e di -1,4% per l’armonizzato.