Borse Eu positive, brilla Milano

Apertura positiva per le Borse europee, dopo l’annuncio della Bce dell’avvio di un nuovo programma di acquisto di titoli del settore pubblico e privato. Nella notte altro intervento della Fed

Aggiornamento sui mercati a cura di UniCredit

Borse EU positive, brilla Milano
Apertura positiva per le Borse europee, dopo che nella notte la Bce ha annunciato l’avvio di un nuovo programma di acquisto di titoli del settore pubblico e privato da EUR 750 mln per contrastare i gravi rischi per il meccanismo di trasmissione della politica monetaria e le prospettive per l’area dell’euro rappresentate dall’epidemia Covid-19. In avvio l’indice Eurostoxx 50 sale dell’1,80%. A Francoforte il Dax segna un +0,75% e a Londra l’indice Ftse100 guadagna lo 0,30%. Fioccano gli acquisti su Piazza Affari (+4,5% all’avvio, ma in progressivo indebolimento) e sulle banche italiane dopo la mossa della notte della Bce con il varo del nuovo QE pandemico. Positivi al momento tutti i titoli del listino.

Wall Street chiude in forte calo

Altra seduta in forte calo ieri per Wall Street, con il Dow Jones che perde il 6,30%, S&P 500 -5,18% e il Nasdaq 100 -4,0%. A condizionare l’andamento del Dow Jones sono state le vendite su titoli come United Technologies (-14,48%), American Express (-14,82%) e Boeing (-18,12%), mentre hanno mostrato una forte resilienza alle vendite Walmart (+2,78%) e Walgreens Boots Alliance (+6,47%). Tra i titoli dell’S&P 500 più venduti, Hartford Financial ha fatto registrare un crollo del 21,59%, in compagnia di Coty (-31,38%) e di Alaska Air (-22,75%). Williams-Sonoma, società americana del settore retail che vende articoli da cucina e arredamento per la casa, ha chiuso il quarto trimestre dell’anno fiscale 2019 con un utile per azione a USD 2,13 rispetto ai USD 2,05 per azione attesi. Luce verde pure sul fatturato a USD 1,84 mld, sopra le attese.

Altro intervento della Fed
Nella notte la Federal Reserve di Jerome Powell è ricorsa a un altro strumento adottato nel 2008, lanciando il New Money Market Mutual Liquidity Fund, il cui obiettivo sarà quello di erogare prestiti alle istituzioni finanziarie affinché acquistino asset dal mercato monetario.

Anche BCE in campo: nuovo QE
Per fronteggiare l’emergenza economica causata dal coronavirus, la BCE ha lanciato un nuovo Quantitative Easing da EUR 750 mld, con acquisti di titoli del settore pubblico e privato. A costringere la Bce ad agire è stata la fiammata dello spread italiano sopra i 320 punti base. Soddisfatto il premier Conte: “L’Europa batte un colpo forte”. Il programma, che proseguirà per tutto il 2020, includerà anche il debito greco e i commercial paper non bancari, ossia le cambiali con cui si finanziano molte imprese. “Tempi straordinari richiedono azioni straordinarie”, ha sottolineato il presidente della Bce, Christine Lagarde. “Non ci sono limiti all’impegno della Bce verso l’euro, che è determinata a usare il pieno potenziale dei suoi strumenti”.

Australia: banca centrale taglia tassi
La Reserve Bank of Australia ha tagliato di nuovo i tassi di 25 punti base, per la seconda volta dall’inizio del mese. I tassi sono stati abbassati allo 0,25%. La RBA ha annunciato un programma di finanziamenti alle banche, per agevolare il credito alle piccole e medie imprese. L’istituzione ha comunicato inoltre che da domani inizierà ad acquistare titoli di stato australiani sul mercato secondario, lanciando una operazione di Quantitative Easing.

Borse asiatiche negative stamane
Borse asiatiche negative stamane, con l’indice Nikkei 225 della borsa di Tokyo sceso dell’1,04% e con Softbank capitolata del 17%, riportando il crollo più forte dall’Ipo del 1994. Panico però su alcune borse asiatiche, con la borsa di Seoul che ha attivato il circuit breaker, sospendendo così le contrattazioni per 20 minuti, dopo il tonfo dell’indice KOSPI superiore a -8%. Tonfo anche della borsa delle Filippine, finora sospesa, con l’indice PSE Composite Index è crollato del 12,42% dopo che le contrattazioni sono state riprese nella giornata di oggi. Perdite più ridotte per la borsa di Shanghai -1,26%, Hong Kong cede più del 3%, Sidney -3,44%.

Rimbalzano le quotazioni del petrolio
Quotazioni petrolifere in deciso rialzo stamane dopo il crollo di ieri, con il future sul Brent avanza del 5% a USD26 al barile, mentre quello sui WTI americano sale del 10% a USD22,30. Da inizio anno il WTI ha perso oltre il 60% con il crollo di marzo dettato dall’emergere del rischio di uno shock da domanda legato all’emergenza coronavirus. Se le quotazioni non si risolleveranno nelle prossime sedute si va verso il peggior trimestre dagli anni ’80.

Eur/Usd a 1,09
Cambio euro dollaro poco mosso stamane a 1,09.

Agenda macro
La scarna agenda macro di oggi prevede nel corso della mattina la riunione della banca centrale della Svizzera e della Turchia. Dagli Stati Uniti in arrivo le nuove richieste di sussidi alla disoccupazione e l’indice anticipatore. L’attenzione degli operatori rimane comunque sempre rivolta all’emergenza coronavirus.