Carpineto, un inno all’essenza Toscana

0
11
CARPINETO

Carpineto, consolidata azienda vitivinicola toscana, dal 1967 coltiva in modo sostenibile e neutrale all’impronta del carbonio 500 ettari di terreni di proprietà suddivisi tra 5 tenute nelle zone storiche della Toscana vitivinicola: Chianti Classico, Vino Nobile di Montepulciano, Brunello di Montalcino, Alto Valdarno e Maremma.

 

Da quando l’azienda fu fondata, la superficie dei vigneti si è decuplicata, da 20 a oltre 200 ettari, un corpo vigneti complessivo di straordinaria imponenza che oggi corona quello che era il sogno di mettere insieme le 3 denominazioni più importanti della regione, Chianti Classico, Vino Nobile di Montepulciano, Brunello di Montalcino scommettendo sui grandi territori vinicoli della Toscana di cui oggi rappresenta una delle realtà più iconiche.

Tra le top 100 di Wine Spectator, e per più anni consecutivi, premiata in particolare per alcuni vini icona come il Vino Nobile di Montepulciano Riserva o il Farnito, l’azienda ha una produzione che copre tutti i grandi rossi di questa terra vocata. Parlare di Carpineto significa parlare di declinazione del Sangiovese.

Era il 1967 quando due ragazzi giovanissimi, Giovanni Carlo Sacchet ed Antonio Mario Zaccheo, 19 anni l’uno, 23 l’altro, uno appena diplomato alla scuola di enologia di Valdobbiadene, l’altro cresciuto nel mondo del vino e dell’agricoltura ma determinato nel ricominciare da zero contando solo sulle sue forze, fondarono la Carpineto col proposito di produrre il migliore Chianti Classico che il “terroir” potesse offrire.

Innovatori per vocazione, Sacchet e Zaccheo, insieme alle nuove generazioni, Caterina Sacchet, enologa, Elisabetta Sacchet, Francesca Zaccheo e Antonio Michael Zaccheo, Export Manager, hanno continuato a sperimentare, nel rispetto dei grandi valori storici della Toscana e di una qualità mantenuta su standard molto elevati, con l’obiettivo di tutelare non solo le caratteristiche dei vini ma anche l’ambiente.

 

Export diretto verso oltre 70 Paesi

Negli anni Carpineto, mantenendo l’assetto familiare, è cresciuta costantemente fino a diventare un brand dal successo internazionale, affermatasi per l’eccellenza dei suoi prodotti e molto ben posizionata all’estero. Esporta in oltre 70 Paesi nel mondo.

Tre sono le linee di produzione e oltre 30 le etichette con una produzione complessiva di 3 milioni di bottiglie. Gran parte della produzione è data da vini delle più prestigiose DOCG della Toscana. Rossi per lo più, Riserve di grande struttura ed estratto, vini estremamente longevi.

Carisma, stile, grande continuità qualitativa dei vini, riconoscimenti internazionali prestigiosi da scoprire sul territorio, nei vigneti.

Ed è soprattutto in Val di Chiana nell’Appodiato di Montepulciano, cuore moderno dell’azienda, che la vista spazia tra vigneti a perdita d’occhio dall’enorme superficie fogliare su 184 ettari di terreno.

L’agricoltura che si pratica qui è di precisione con scarsissimo impatto ambientale, che permette di effettuare trattamenti esclusivamente al bisogno e mirati.

L’azienda rappresenta un modello di sostenibilità di  rispetto all’impronta di carbonio, con vigne e boschi che assorbono molta più CO2 di quanta l’azienda stessa ne produca.

Il vigneto Camponibbio

E’ nella Tenuta di Montepulciano che troviamo il vigneto contiguo ad alta densità più vasto d’Italia (circa 100 ettari), il vigneto Camponibbio. La densità media di impianto è di circa 8.600 piante perettaro che producono vini di grande concentrazione e finezza.

E’ qui, circondata dai vigneti, anche la grande cantina di vinificazione e quella di affinamento nei colori della terra, distanziata dall’antico complesso settecentesco. Edificata secondo i criteri di ecocompatibilità, con materiali per la bioedilizia, la cantina produce energia da fonti rinnovabili in misura maggiore ai propri fabbisogni.

In totale 4.500 metri quadrati suddivisi in tre ambienti, di cui uno ospita i locali per l’elevazione in legno in botti di diversa capacità, uno per la zona più strettamente produttiva per la vinificazione, ed uno destinato all’accoglienza con la zona degustazione ed un ballatoio-salone che affaccia sulla bottaia.

Tutto intorno un’ampia area verde che digrada su un piccolo, suggestivo lago naturale. Sulla collina un uliveto monumentale di 12 ettari con le classiche varietà toscane, Frantoio, Moraiolo, Leccino e Pendolino, per l’olio extra vergine che l’azienda produce in piccola e qualificatissima produzione da uliveti presenti in tutte e cinque le Tenute.

In questo Appodiato, da singoli vigneti, l’azienda ottiene 4 Cru, prodotti solo nelle annate ritenute eccezionali: si tratta dei Vigne degli Appodiati, dalle caratteristiche straordinarie che esaltano lepeculiarità di ogni singola microzona.

Imbottigliati senza subire alcun trattamento, vengono rilasciati dalla cantina non prima di almeno cinque anni di affinamento in bottiglia. Vere e proprie icone in grado di evolvere lungamente.

Il Vino Nobile Riserva DOCG

E sempre qui, dai vigneti di Montepulciano (86 ettari), Carpineto produce il Vino Nobile Riserva DOCG che negli anni si è posizionato all’11° posto nella classifica di Wine Spectator dei 100 migliori vini al mondo con un punteggio di 95/100 per l’annata 2013, al 26° posto con un punteggio di 93/100 per l’annata 2010, e 93/100 anche per le annate 2011 e 2012.

L’unica azienda toscana a produrlo nella sola versione Riserva. Pluripremiato anche il Cru di Nobile Vigneto Poggio Sant’Enrico Vino Nobile di Montepulciano DOCG, sangiovese in purezza 100%.

L’Appodiato di Montalcino, in posizione privilegiata, a 500 mt sul livello del mare, è uno degli insediamenti più alti della denominazione e più panoramici con la vista che spazia sul centro storico di Montalcino (da cui dista 4 km) e inquadra l’intero perimetro della cinta muraria. Antichi casali in pietra circondati da querce secolari e tutto intorno 53 ettari di terreno di cui 10 di vigneto piantati a sangiovese grosso (3,5 h di Brunello, 5 di Rosso di Montalcino, il resto Sant’Antimo Rosso), un uliveto e un fitto bosco di macchia mediterranea.

La leggera esposizione verso nord, in posizione panoramica e ventilata, dona ai vini di questa tenuta un microclima unico che conferisce al Brunello intensi e complessi profumi, una bella freschezza, eleganza, e grande longevità.

www.carpineto.com

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here