Cina: vola indice PMI servizi giugno

Borse europee poco mosse
Avvio di seduta poco mosso per le borse europee, con i principali indici EU intorno alla parità dopo i rialzi di ieri. Positivi a Piazza Affari i titoli bancari, bene anche Leonardo, Pirelli e STM. Deboli invece Amplifon, Ferrari, Moncler, Ferragamo e Telecom.

Wall Street chiude positiva
Grazie ai buoni dati macro provenienti dal mercato del lavoro diffusi ieri, Wall Street ha archiviato la seduta in positivo con il Dow Jones che ha chiuso a +0,36% S&P 500 +0,45% e Nasdaq Composite. Oggi la borsa Usa sarà chiusa, in vista dell’Independence Day che verrà celebrato sabato 4 luglio. Su base settoriale, deboli ieri le società del comparto immobiliare, mentre si sono apprezzati gli industriali, gli energetici ed i titoli legati alle materie prime. In evidenza Tesla (+7,95% a oltre USD 1.200), la casa automobilistica produttrice di auto elettriche fondata da Elon Musk, dopo l’annuncio di aver consegnato, nel corso del secondo trimestre, 90.650 veicoli, meglio delle 72.000 unità attese dagli analisti. Nel settore assicurativo, debutto con il botto per le azioni della Lemonade, che rispetto al prezzo di IPO hanno archiviato le contrattazioni a USD 69,41 (+139%).

Borse asiatiche positive
Mercati asiatici generalmente positivi stamane, sulla scia dell’ottimo dato relativo al PMI servizi arrivato dalla Cina. La borsa di Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,72%, Shanghai sale dell’1,36%, Hong Kong fa +0,76%, Sidney piatta, Seoul +0,53%. Da segnalare che oggi l’azionario globale sarà orfano di Wall Street, chiusa per la celebrazione della Festa dell’Indipendenza di domani.

Cina: vola indice PMI servizi giugno
In Cina l’indice PMI servizi relativo a giugno è balzato a 58,4 pts, ai livelli record degli ultimi 10 anni e in netta fase di espansione, in quanto superiore alla soglia dei 50 pts. Il dato è ben superiore alle attese di 53,2 pts e in crescita rispetto ai 55 precedenti. Il Pmi Composite, che comprende il settore manifatturiero, è salito a 55,7 pts rispetto ai precedenti 54,5.

Australia: balzano vendite al dettaglio
In Australia l’allentamento del lockdown imposto per fronteggiare l’emergenza sanitaria del coronavirus ha scatenato un forte recupero delle vendite al dettaglio. Il dato è balzato a maggio del 16,9% su base mensile rispetto al tonfo del 17,7% di aprile. Le attese erano per una ripresa pari a +16,3%. Diffuso anche in Australia l’indice PMI servizi di giugno, che si è attestato a 53,1 pts, in fase di espansione. Il PMI Composite si è attestato a 52,7 pts.

Prezzi del petrolio in calo
Prezzi del petrolio in flessione sui timori legati alla difficile situazione provocata dall’epidemia di Covid negli Usa, con i future in calo di quasi l’1%, il Brent quota USD 42,70 al barile, il Wti USD 40,30.

Euro Dollaro a 1,1240
Dollaro in range ristretto, sostenuto dalla domanda di asset rifugio sulla scia dei nuovi numeri record di coronavirus negli Usa. Euro Dollaro a 1,1240.

Agenda finanziaria
Giornata povera di appuntamenti oggi, complice la chiusura per festività di Wall Street. L’agenda macro prevede la sola pubblicazione dell’indice Pmi relativo a giugno delle principali economie europee e dell’intera Eurozona. Per l’ Italia l’Istat diffonderà i dati sui prezzi delle case nel primo trimestre dell’anno e il Rapporto Annuale 2020 – La situazione del Paese, a cui parteciperà anche il premier Conte.