Elezioni Uk, gilt positivi nel breve termine

Commento a cura di Anthony Doyle, Investment Director Retail Fixed Interest in M&G Investments, a margine delle elezioni in Inghilterra

Anche se non è ancora stato annunciato il numero dei seggi, i Conservatori si avviano a diventare il maggiore partito del Regno Unito e potrebbero anche avere la maggior parte dei seggi. È ormai quasi certo che saranno loro a formare il nuovo Governo e, verosimilmente, potrebbero ottenere la maggioranza assoluta. Allo stesso tempo, il Partito Nazionalista Scozzes è riuscito nell’intento di sbaragliare gli avversari in Scozia, mentre i LibDem hanno perso la maggior parte dei loro seggi.

Alla luce di questi risultati, ci aspettiamo che i Gilt godano di un certo sostegno nel breve termine poiché gli investitori caldeggiavano un po’ di certezza sulla formazione di un governo UK. Tuttavia, per determinare dove andranno i rendimenti dei Gilt nel lungo termine sarà determinante il contesto globale, e ci aspettiamo che continui la ripresa dei rendimenti obbligazionari nei Paesi occidentali, dal momento che gli obbligazionisti si stanno rifocalizzando sulle prospettive per l’economia globale e le pressioni verso aumenti di salari e inflazione. È probabile che nel breve termine il risultato delle elezioni rafforzerà la sterlina, ma nel lungo periodo ci sono notevoli fattori di rischio: i prossimi 24 mesi della valuta inglese saranno fortemente condizionati da una Bank of England ‘colomba’, un deficit molto pesante, e dalla prospettiva del referendum sull’uscita dall’Unione European nel 2017.