Eur/Usd a 1,1790

Aggiornamento sui mercati a cura di UniCredit

Dollaro sulla difensiva sulle piazze asiatiche, dopo divergenze di opinioni in casa repubblicana sulla modifica alla riforma fiscale, mentre l’euro si è indebolito a seguito della segnalazione della Bce che manterrà lo stimolo per tutto il tempo necessario.

Greggio Wti a USD57,34 al barile
Prezzi del greggio stabili sulle piazze asiatiche, con i problemi all’oleodotto del Mare del Nord e i tagli alla produzione guidati dall’Opec che da una parte stimolano i prezzi, mentre la crescente produzione di greggio Usa controbilancia il movimento.

Secondario obbligazionario
Apre in rialzo di 25 tick a 163,48 pts il Futures sul Bund. Lo Spreadt Btp-Bund è in rialzo a 147,80 pb, con il tasso sul nostro decennale all’1,800%.

Adobe Systems: risultati 4Q
Adobe Systems nel quarto trimestre 2017 ha ottenuto ricavi per USD2,01 mld, in rialzo del 25% su base annua. Gli utili netti sono cresciuti del 26% su base annua. I flussi di cassa da operazioni si sono attestati a USD833 mln. La società nel trimestre ha ricomprato circa 1,9 mln di azioni, pagando USD297 mln agli azionisti.

Chiusura Wall Street
Seduta negativa in chiusura per Wall Street; presa di profitti sul Dow Jones che ha chiuso la giornata di contrattazioni con un ribasso dello 0,31%; il Nasdaq fa segnare un calo dello 0,28%. Fa peggio al close l’indice S&P 500 che ha perso lo 0,41%. A mercati chiusi, dal fronte degli utili societari, sono state pubblicate le trimestrali di Adobe Systems, Costco ed Oracle. Tra le Blue Chips, in linea con le indiscrezioni del Financial Times, Walt Disney, che ha archiviato la seduta con un rialzo del 2,85%, ha annunciato d’aver raggiunto con Fox un accordo per l’acquisizione di asset a fronte di un corrispettivo che, pari a ben USD52,4 mld, sarà pagato in azioni. In rialzo anche le azioni della catena di gioiellerie Tiffany, hanno guadagnato il 3,38% dopo che gli analisti di Citigroup hanno rivisto al rialzo la raccomandazione sul titolo da ‘Neutral’ a ‘Buy’.

Chiusura Borse Asia-Pacifico
L’azionario dell’area Asia/Pacifico ha azzerato i rialzi di inizio seduta e cede quasi mezzo punto percentuale, appesantita dai timori sulla riforma fiscale negli Stati Uniti. La Borsa di Tokyo ha chiuso in calo dello 0,62%. Shanghai perde lo 0,8%, mentre Hong Kong va sotto di oltre l’1%.

Ferragamo crolla in borsa
Ferragamo ha lanciato un warning sui risultati del prossimo anno, preannunciando che ci sarà “un prolungamento della fase di transizione che ha caratterizzato il 2017 e dei relativi riflessi sulle ambizioni di medio periodo enunciate nella comunicazione al mercato del 3 febbraio, che ha ritenuto di non poter confermare”. Il titolo in borsa perde oltre il 9%.

Apertura Piazza Affari
Piazza Affari apre in calo la seduta di oggi. Deboli anche le borse europee in avvio. Negative Banco Bpm, Campari, Telecom Italia, Stm, Brembo e Ubi Banca. In calo anche Bper Banca, MF scrive che a gennaio varerà una cartolarizzazione di npl con gacs per EUR1,8 mld. Yoox è negativa in avvio, Capital research and managament company ha raddoppiato la partecipazione, portandosi al 10,087%. L’operazione è avvenuta il 4 dicembre. In rialzo invece Terna, nel mese di novembre, la domanda di elettricità in Italia è stata di 26,6 miliardi di chilowattora, in aumento dell’1,3% su anno. Positive anche Snam, Poste Italiane, Unipol, Eni e Saipem. Banca Carige: inizia offerta diritti inoptati; termina il 21 dicembre, salvo chiusura anticipata.