Forte rimbalzo di Tokyo dopo elezioni

Forte rimbalzo di Tokyo dopo elezioni. Aggiornamento sui mercati e agenda macro a cura di UniCredit

La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in forte rialzo (Nikkei +6,72%), con i mercati che si assestano dopo la vittoria del repubblicano Donald Trump alle presidenziali Usa. I titoli del settore automobilistico e finanziario che ieri avevano perso terreno sono stati riacquistati dopo il rimbalzo del dollaro contro lo yen. Tra gli esportatori, Toyota Motor sale del 6% e Honda Motor del 9% mentre, per quanto riguarda i finanziari, Nomura Holdings e Mitsubishi UFJ Financial Group guadagnano l’11%. Hong Kong al momento guadagna l’1,78%, Shangai +1,36%.

Biglietto verde si stabilizza
Eur/Usd a 1,0927. Il biglietto verde tende a stabilizzarsi dopo le forti oscillazioni seguite al risultato elettorale delle presidenziali Usa. Nonostante l’incertezza sulla linea della nuova amministrazione, gli operatori ragionano su una probabile politica fiscale espansiva e inflazionistica che ha rispinto verso l’alto i tassi di mercato americani.

Petrolio wti in lieve rialzo
Petrolio Wti in lieve rialzo a USD45,5 al barile, dopo un avvio di seduta in calo dettato dai dati Eia di ieri, in aumento, sulle scorte di greggio Usa, mentre gli operatori cercano ancora di capire le possibili conseguenze dell’affermazione di Trump.

Obbligazionario
Il Bund future dicembre ha aperto stamane in calo di 79 tick a 161,22 lo spread Btp/Bund 10y è a 155 pts, con il rendimento del decennale italiano all’1,76%. Il Tesoro in Italia offre EUR6 mld di Bot a 12 mesi, scadenza 14/11/2017.

Agenda macro
L’agenda macro prevede in giornata in Italia il dato sulla produzione industriale nel mese di settembre mentre nel pomeriggio, negli Stati Uniti, la richiesta di sussidi di disoccupazione settimanale e il dato sul debito pubblico.

Advertisement