Generali chiude in progresso un anno da primato

A dicembre la raccolta netta di Banca Generali è stata pari a 333 milioni, di cui 206 milioni realizzati dalla rete Banca Generali (2,98 miliardi nei 12 mesi) e 127 milioni da Banca Generali Private Banking (1,05 miliardi nei 12 mesi).
Il 2014 ha segnato un nuovo record di raccolta con una crescita del 78% rispetto al 2013 e del 150% rispetto all’ultimo biennio.

Considerando anche l’acquisizione del ramo di private banker di Credit Suisse completato a fine ottobre le nuove masse apportate nel corso del 2014 si attestano a 6 miliardi, con un incremento del 20% rispetto alla fine del 2013. L’accelerazione nella raccolta risulta ancora più accentuata nel segmento del gestito. Dicembre registra infatti la più alta raccolta gestita mensile nella storia della banca con 553 milioni.

L’amministratore delegato, Piermario Motta, ha commentato: “Un risultato di grande soddisfazione che riflette l’impegno e l’ambizione di chi come noi ricerca l’eccellenza per i propri clienti. Indicatori quantitativi come la raccolta e la produttività media del 2014, o qualitativi come la domanda dalle famiglie e la capacità di attrarre talenti, ci collocano come un punto di riferimento nel settore della consulenza finanziaria. Il percorso di crescita esponenziale degli ultimi anni, caratterizzato dalla spinta all’innovazione e allo sviluppo delle competenze, si arricchisce in questo 2015 di nuove soluzioni e strumenti che ci rendono molto ottimisti. Guardiamo infatti con entusiasmo alle prospettive dei prossimi mesi forti dell’impegno negli investimenti e della determinazione di un contesto di mercato, con rendimenti molto bassi e volatilità sullo sfondo, che accentuano il bisogno e le responsabilità nella tutela dei risparmi degli italiani”.