Giappone, produzione industriale in calo

Apertura positiva per le Borse europee. La produzione industriale del Giappone cala ad agosto. Cambio Eur/Usd a 1,1028

Aggiornamento sui mercati a cura di UniCredit

Apertura positiva per le borse europee, con Piazza Affari che registra un rialzo ad inizio seduta. In positivo tutti i titoli del listino, tra cui A2A, Buzzi Unicem, CNH, Leonardo, Poste Italiane, STM, Tenaris e Prysmian.

Trimestrali: LU-VE, Pierrel, Iervolino Entertainment.

Atlantia (EUR 21,90): la holding dovrebbe dare un via libera condizionato alla sua partecipazione nel salvataggio di Alitalia, facendo guadagnare più tempo alla compagnia aerea. Lufthansa renderà pubblica la sua decisione finale su Alitalia nei prossimi giorni, anche se secondo alcune fonti, non intende investire capitali in Alitalia;

DoValue (EUR 10,70): la società ha raggiunto un accordo con la greca Alpha Bank ACBr.AT per la gestione in esclusiva di un portafoglio di crediti non performing e asset real estate a Cipro dell’importo complessivo di circa EUR 4,3 mld. In base all’accordo DoValue acquisirà la piattaforma locale di servicing di Npe e asset real estate di Alpha oltre alla firma di un contratto pluriennale di servicing in esclusiva;

Ferretti: Termina il periodo di offerta per l’Ipo. La forchetta indicativa di prezzo è stata abbassata a EUR 2-2,5 per azione rispetto a quella iniziale di EUR 2,5-3,7;

Gedi (EUR 0,293): in seguito all’offerta su Gedi avanzata venerdì sera, Carlo De Benedetti intende risanare l’azienda, proponendo un forte investimento sul digitale per poi portare le sue quote in una Fondazione, convincendo gli altri azionisti a fare lo stesso;

Mediaset (EUR 2,693): fonti vicine alla situazione riferiscono che Vivendi ha ritirato il ricorso d’urgenza presso il tribunale di Amsterdam contro il piano di Mediaset di integrazione delle proprie attività italiane e spagnole in una nuova holding olandese;

Con il mercato dei bond chiuso per il Columbus Day, ieri la piazza azionaria di Wall Street ha archiviato gli scambi poco mossa ed in territorio negativo. Il Dow Jones ha infatti perso lo 0,11% a 26.787,36 punti con a seguire l’S&P 500, -0,14% a 2.966,16 punti, e il Nasdaq 100, -0,02% a 7.842,33. Tra le Blue Chips, nel settore delle calzature e dell’abbigliamento sportivo, le azioni della Nike, Inc. hanno guadagnato alla chiusura l’1,05% dopo che, in base a quanto riportato da Briefing.com, gli analisti di Bank of America/Merrill Lynch hanno rivisto al rialzo la raccomandazione sul titolo da ‘Underperform’ a ‘Neutral’. Tra le altre large caps, bene al close pure 3M Company (+1,51%) e Pfizer Inc. (+0,53%), mentre hanno ceduto il passo Intel Corporation (-0,86%) e The Procter & Gamble Company (-0,88%). Sul tabellone elettronico del Nasdaq, nel settore alimentare, le azioni della Beyond Meat, Inc., società nota per gli hamburger vegani, hanno lasciato sul parterre il 3,87% dopo che, in accordo con quanto è stato riportato da thestreet.com, gli analisti di Wells Fargo hanno avviato la copertura sul titolo Beyond Meat con un rating di ‘market perform’ e con un prezzo obiettivo pari a USD 125 per azione. Sempre al Nasdaq, ma nel settore dei dispositivi laser, le azioni della IPG Photonics hanno perso il 7,80% dopo che un analista di Needham, ha abbassato la raccomandazione sul titolo. Trimestrali: BlackRock, Citigroup, Goldman Sachs, Jp Morgan Chase, Unitedhealth Group, Wells Fargo.

Le borse dell’area Asia-Pacifico sono in territorio misto. La Borsa di Tokyo ha chiuso la seduta odierna in deciso rialzo, in reazione dell’accordo parziale raggiunto tra Stati Uniti e Cina che ha evitato l’escalation della guerra commerciale. L’indice Nikkei ha terminato con un balzo dell’1,87% a 22.207,21 punti, sui massimi da tre settimane. Più cauti invece gli altri listini dell’area Asia-Pacifico, che dopo l’iniziale entusiasmo per l’accordo hanno lasciato spazio ai dubbi. Shanghai cede circa mezzo punto percentuale, mentre Hong Kong rimane poco mossa in lieve calo.

Cambi: Eur/Usd a 1,1028. Il dollaro perde slancio contro lo yen sulle incognite legate all’accordo Usa-Cina e alla Brexit. Il cross euro/dollaro è invariato a 1,1028.

Commodities: petrolio Wti a USD 53,21.

Obbligazionario: il Bund future segna stamane in rialzo di 7 tick a quota 172,65 mentre lo spread Btp/Bund 10y è a 149 pb, con il tasso del Btp decennale che rende il 1,015% (Aprile 2030).

Macroeconomia: la giornata odierna sarà movimentata da alcune indicazioni macroeconomiche e dell’avvio della nuova stagione delle trimestrali negli Stati Uniti. E’ previsto per oggi il tasso di disoccupazione in Gran Bretagna e l‘indice Zew tedesco. Si segnala inoltre, l’assemblea annuale del Fondo monetario internazionale, in cui presenterà l’outlook economico. Per quanto riguarda l’Italia, oggi il governo è chiamato ad approvare il Documento programmatico con i numeri della prossima legge di Bilancio da inviare a Bruxelles. Stasera è previsto il consiglio dei ministri.

Giappone: la lettura finale della produzione industriale del Giappone relativa al mese di agosto indica un calo dell’1,2%, su base mensile, confermando la lettura preliminare. Confermato anche il forte ribasso su base annua, pari a -4,7%.