I vantaggi delle obbligazioni convertibili

Commento di Marc-Alexander Knieß, Portfolio Manager diDeutsche Asset &Wealth Management

Perchè investire nei bond convertibili?

In tempi caratterizzati da alta volatilità, gli investitori potrebbero ampliare il loro portafoglio e cercare alternative alle classi di attività tradizionali. Un’opzione interessante nel contesto attuale sono le obbligazioni convertibili, un ibrido tra i titoli a reddito fisso e azionari, che offrono un miglior profilo di rischio-rendimento rispetto a un portafoglio misto di obbligazioni e azioni.

Cosa è un bond convertibile?

Le obbligazioni convertibili sono strumenti di reddito fisso emessi da società per azioni quotate. Oltre a concedere al titolare il diritto di ricevere cedole regolari e il rimborso del capitale a scadenza, possono essere convertiti in un numero predefinito di azioni della società emittente (convertibili di tipo diretto) o da un’altra società (convertibili di tipo indiretto).

In seguito all’opzione incorporata per convertire in azioni, le obbligazioni convertibili offrono agli investitori un’esposizione difensiva ai mercati azionari. Per le obbligazioni convertibili con sensibilità media ai mercati azionari, la regola generale è che la loro performance catturi circa due terzi dei mercati azionari in aumento e solo un terzo dei mercati azionari in calo.

Di conseguenza, le obbligazioni convertibili possono essere attraenti per gli investitori desiderosi di ottenere l’esposizione ai mercati azionari, ma che non vogliono correre il rischio di ribasso derivante dal possesso dei titoli azionari.

Quali sono i vantaggi delle obbligazioni convertibili?

Aggiungere le obbligazioni convertibili in un portafoglio può migliorarne la diversificazione e l’efficienza, riducendo il rischio e le perdite a parità di rendimento atteso. Il profilo di rendimento convesso delle obbligazioni convertibili, cioè la loro capacità di catturare il rialzo azionario, offrendo un ‘effetto paracadute’ rispetto alle discese dei mercati, significa che possono performare bene nella maggior parte degli scenari di mercato. Tenuto conto del rischio e del rendimento, le obbligazioni convertibili hanno costantemente sovraperformato altre classi di attività nel lungo termine. [1]

Rispetto alle obbligazioni societarie, le convertibili offrono il potenziale di un’ulteriore fonte di rendimento grazie allo loro opzione incorporata pur mantenendo una bassa sensibilità ai tassi di interesse. Quest’ultima caratteristica potrebbe essere di particolare attualità, data la bassa probabilità di un aumento dei tassi di interesse (su una analisi storica).

Ci sono buone ragioni per una crescita dei mercati azionari nel 2015 – per la semplice mancanza di altre fonti di rendimento a disposizione degli investitori sulla base di ragionevoli aspettative di crescita globale – ma con una maggiore volatilità rispetto allo scorso anno. Le obbligazioni convertibili sono adatte ad un simile ambiente, che offre la partecipazione all’aumento dei mercati azionari, ma una minore esposizione ai ribassi del mercato rispetto alle azioni.

Il mercato globale delle obbligazioni convertibili sta vivendo una forte domanda da parte di diversi tipi di investitori: gli investitori in obbligazioni convertibili, altri investitori nel reddito fisso, e gli investitori azionari intenzionata a mantenere l’esposizione azionaria con un approccio più difensivo rispetto agli ultimi anni.

Come Investire in obbligazioni convertibili

Crediamo che un fondo a gestione attiva offra la migliore esposizione alle obbligazioni convertibili, a causa della complessità e della liquidità delle strutture individuali, della necessità di diversificazione, così come delle elevati soglie minime di alcune emissioni. I fund manager con comprovata esperienza nella gestione di portafogli obbligazionari convertibili, così come l’accesso al mercato convertibile over-the-counter, possono offrire portare una riduzione dei costi di transazione e la possibilità di partecipare a nuove emissioni interessanti.