Il cuore value di Buffett

A cura di Rocki Gialanella

Nel corso degli anni, l’investitore statunitense ha acquistato business ragionevoli a prezzi straordinari e business straordinari a prezzi ragionevoli

L’oracolo di Omaha è sicuramente uno dei migliori investitori di tutti i tempi. Per questo motivo, il suo portafoglio rappresenta un faro per molti investitori di ogni parte del pianeta intenzionati a seguire -almeno per quel che è possibile- le sue orme. Attualmente la rivista Forbes posiziona Buffett al secondo posto della classifica degli uomini più ricchi del mondo con un patrimonio stimato in 68.000 mln di Usd. L’investitore statunitense ha sempre applicato i criteri value ai suoi investimenti, un paradigma che ha ereditato da Benjamin Graham, professore della Columbia Business School e autore di ‘The intelligent Investor’, il libro che si è trasformato nella Bibbia degli investitori value. Partendo da questi presupposti, l’oracolo ha propagato il suo stile nel panorama internazionale.

Ma cosa pensereste se vi dicessero che solo il 64% del portafoglio di Buffett è costituito da titoli di tipo value?Il suo veicolo d’investimento, la Berkshire Hathaway, investiva, alla fine del 2014, in 46 titoli. Di questi, 18 sono di società value. Le società di tipo value sono quelle che presentano una quotazione di almeno il 33% inferiore a quello che Benjamin Graham definì ‘valore intrinseco’, vale a dire, il valore che un acquirente informato offrirebbe per la totalità del pacchetto azionario di una compagnia nell’ambito di una negoziazione. I gestori di fondi che seguono questa strategia cercano di approfittare dei potenziali sconti offerti dalle quotazioni di questi titoli, nella speranza che il mercato sia capace di riportare il prezzo sui livelli teoricamente stimati.

Ai titoli delle società di tipo value, Buffett ha destinato il 64% del patrimonio del Berkshire Hathaway. Il 51% del patrimonio è destinato a tre titoli: Wells fargo & Co (23%, ovvero 25.000 mln di usd), Coca-Cola (15%, ovvero 16.000 mln di Usd) e IBM (11%, corrispondente a 12.000 mln di Usd). Ibm è entrata a far parte del portafoglio dal 2011 e Buffett ha approfittato delle cadute del prezzo degli ultimi tempi per incrementare la sua esposizione al titolo.

Wal-Mart Stores, US Bancorp, Deere & Co, General Motors, Verizon Communications, M&T Bank Corp, Phillips 66, Chicago Bridge & Iron Company, National Oilwell Varco, Torchmark Corp, Liberty Media Corporation, General Electric, Johnson & Johnson e Kraft Foods Group sono altri titoli value che Buffett considera interessanti. Il loro peso in portafoglio varia dallo 0,01% al 4,7%.

La parte growth del portafoglio è costituita da 11 titoli che assorbono l’8% del patrimonio: Moody’s Corporation, USG Corp, Charter Communications, VeriSign, Visa, Costco Wholesale, Liberty Global PLC, MasterCard, Wabco Holdings, Sanofi-Aventis Pakistan e Verisk Analytics.

Le 18 società restanti sono di tipo blend, vale a dire un mix di value e growth, e assorbono il 28% del patrimonio della Berkshire hathaway: American Express, Procter & Gamble, DaVita HealthCare Partners, Directv, Goldman Sachs Group, Bank of New York Mellon, Suncor Energy, Precision Castparts Corp, Viacom, Twenty-First Century Fox, Graham Holdings, Media General, Now Inc, Mondelez International, United Parcel Service e Lee Enterprises.

Negli ultimi anni, Buffett ha cercato di ridurre la forte dipendenza del suo veicolo d’investimento dai saliscendi dei mercati. In questa direzione vanno l’acquisto della società ferroviaria BNSF e l’incorporazione della Berkshire Energy, che hanno permesso una decisa diversificazione dell’intero business.

Rocki Gialanella
Rocki Gialanella
Laurea in Economia internazionale presso l’Università degli Studi di Napoli ‘Federico II’. Ho abbracciato il progetto FondiOnline.it nel 2001 e da allora mi sono dedicato allo sviluppo/raggiungimento del target che ci eravamo prefissati: dare vita a un’offerta informativa economico-finanziaria dal linguaggio semplice e diretto e dai contenuti liberi e indipendenti. La storia continua con FONDI&SICAV.