Il miglior trimestre del lustro per lo S&P500

Si approssima una nuova stagione di trimestrali per il mercato Usa. Alcoa darà il via alla diffusione dei risultati aziendali del più importante indice azionario mondiale

Oggi le società che fanno parte dello S&P 500, l’indice che raccoglie le più grandi aziende statunitensi, cominceranno a pubblicare i conti concernenti il secondo trimestre dell’anno. Come sempre, Alcoa darà il via alla sfilza di dati che, stando alle previsioni formulate dagli analisti, dovrebbe portare a una crescita degli utili che dovrebbe essere superiore del 20% rispetto a quella registrata nel 2015.

Queste sono le stime derivanti dal consensus di mercato raccolto ed elaborato da Bloomberg, che ha indicato in circa 262.000 mln di usd gli utili previsti per le imprese dello S&P 500 nel secondo trimestre dell’anno. Al conseguimento del risultato contribuiranno in particolare imprese come Apple, Alphabet, JPMorgan Chase, Berkshire Hathaway e Wells Fargo.

Se le previsioni saranno confermate, i nuovi utili si tradurranno in un incremento del 20% dei guadagni registrati nello stesso trimestre del 2015 e nel migliore risultato realizzato nel periodo aprile-giugno degli ultimi cinque anni. Il balzo in avanti degli utili dovrebbe essere pilotato dal recupero dei risultati delle imprese del settore Energy, dopo il forte calo subito nel 2014 a causa del crollo dei prezzi delle materie prime.

A dispetto delle prospettive rosee, non mancano alcuni scogli che potrebbero creare problemi. Gli operatori di mercato sono preoccupati per l’impatto che potrebbe avere l’andamento dell’usd sugli utili aziendali Usa e sul dinamismo della crescita mondiale. La potenziale rivalutazione del biglietto verde dovrebbe condizionare soprattutto le imprese con un business esposto ai mercati internazionali. Un altro fattore favorevole ai conti aziendali è l’incremento dei nuovi ordini nel settore manifatturiero (riflesso nell’andamento dell’indice ISM).

A livello settoriale, tecnologico, energetico, telecomunicazioni e healthcare sono i favoriti per i prossimi dodici mesi. L’energy è l’unico settore che non presenta una riduzione delle stime attese nel lungo termine. Amazon, Twenty-First Century Fox e Broadcom sono le aziende che dovrebbero essere in grado di centrare i migliori risultati nel secondo quarter dell’anno. Per Amazon le stime indicano una crescita degli utili di ben dodici volte rispetto a quelle registrate nel 2015. Se questi valori saranno rispettati si tratterà del miglior quarter nella storia dell’azienda Usa.

Sul versante opposto troviamo Exxon Mobil, Reynolds American o Schlumberger, che dovrebbero presentare risultati trimestrali deboli. Per Reynolds American (tabacchi) le stime indicano un calo del 50% rispetto ai dati del 2015. Per i due colossi del settore petrolifero, la contrazione potrebbe spingersi fino al 75%.

Rocki Gialanella
Laurea in Economia internazionale presso l’Università degli Studi di Napoli ‘Federico II’. Ho abbracciato il progetto FondiOnline.it nel 2001 e da allora mi sono dedicato allo sviluppo/raggiungimento del target che ci eravamo prefissati: dare vita a un’offerta informativa economico-finanziaria dal linguaggio semplice e diretto e dai contenuti liberi e indipendenti. La storia continua con FONDI&SICAV.
Advertisement