Il momento e’ propizio per gli strumenti rischiosi

I rendimenti dei titoli di Stato dell’Area Euro hanno toccato nuovi minimi storici, trascinando al ribasso i rendimenti dei Treasury. Come investire, dunque, in questo contesto? La view di Axa

Da inizio anno, i mercati hanno dovuto digerire molti eventi: l’inasprimento delle tensioni politiche dopo le elezioni generali in Grecia, l’annuncio da parte della BCE di un programma di QE più ampio del previsto, accompagnato da un’altra tornata di allentamento globale, la fine del cambio fisso tra Franco ed Euro decretata dalla Banca nazionale svizzera, e i dati relativi agli Stati Uniti, che indicano un rallentamento dell’attività manifatturiera, contrapposto all’aumento della fiducia degli investitori.

La view di AXA IM in 4 punti:
– La nostra nuova raccomandazione a breve termine. A fronte della combinazione tra il calo dei prezzi petroliferi e le ultime mosse delle banche centrali di tutto il mondo, con particolare riferimento alla ferma decisione della BCE di avviare il suo piano di QE, ecco i nostri suggerimenti:

a) sovrappeso Area Euro e azioni globali,
b) sovrappesare nel breve periodo i titoli di Stato, in particolare i Bund ma anche i Treasury e i Gilt
c) view più positiva riguardo al mercato del credito in generale.

– Il nuovo governo greco ha optato per una linea dura nei confronti dei creditori internazionali. Eppure, tutti i soggetti coinvolti vogliono che la Grecia resti nell’Area Euro. Per guadagnare tempo, riteniamo che l’attuale programma di aiuti sarà mantenuto, in un modo o nell’altro, anche se i riflettori saranno puntati sui toni aspri del confronto.

– Prezzi bassi del petrolio e allentamento monetario globale, a eccezione di USA e Regno Unito, contribuiscono a fornire i tanto sospirati stimoli economici per contrastare il rallentamento dell’attività. Con l’annuncio di un piano di acquisto di titoli di Stato più aggressivo del previsto, per la BCE si apre una nuova era. I rendimenti dei titoli di Stato dovrebbero abbassarsi ulteriormente nei prossimi mesi: nel breve periodo, ci aspettiamo livelli prossimi allo zero per i Bund, dell’1,5% per i Treasury e dell’1% per i Gilt.

La politica di bilancio della BCE dovrebbe portare l’Euro a 1,05 nel corso dell’anno.

Stefania Basso
Stefania Basso
Laureata all'Università Statale di Milano, dal 2006 collaboro con Fondi&Sicav. Lunga esperienza nel settore del risparmio gestito come marketing manager presso Franklin Templeton Investments e J.P. Morgan Fleming Am a Milano e a Lussemburgo. Breve esperienza presso Lob Media Relations come ufficio stampa per alcune realtà finanziarie estere. In tutto il mio percorso professionale ho lavorato a stretto contatto con persone provenienti da diverse parti del mondo, che mi hanno permesso di avere un approccio dinamico e stimolante e di apprendere attraverso il confronto con realtà differenti.