Il private banking ai raggi X

Liuc Università Cattaneo e Banca Generali, con il supporto di HSBC e Kairos, hanno dato vita al via al primo Osservatorio permanente sul private banking in Italia. Lo Scopo dello studio, che avrà cadenza annuale, spiega una nota “è monitorare il settore, approfondire alcune tematiche di rilievo e offrire una fotografia precisa sul mercato del private banking. L’Osservatorio intende affermarsi come un punto di riferimento accreditato e quale fonte riconosciuta di dati per il settore in oggetto”.
L’attività di ricerca ha due obiettivi principali: innanzitutto, mappare, aggiornare periodicamente e valutare l’evoluzione di un “set” di indicatori ed elementi macroeconomici e microeconomici, per consentire di inquadrare il settore del private banking nell’ambito del più generale contesto economico e indagare su alcuni aspetti critici del mercato quali, ad esempio, il tema della gestione del portafoglio e l’evoluzione dei servizi offerti. Secondo obiettivo dell’Osservatorio è creare un indice proprietario in grado di determinare il trend e l’andamento complessivo del mercato, costituendo un valido e immediato strumento di analisi. Nell’ambito di queste attività, l’Osservatorio concentrerà annualmente la propria attenzione su singole tematiche quali l’evoluzione del servizio e del business model della banca, il confronto internazionale con altri sistemi, il rapporto tra banca e imprenditore e la criticità del passaggio generazionale.

Le attività di monitoraggio e studio avverranno sia attraverso la rielaborazione di dati di terzi, sia facendo ricorso a informazioni qualitative e quantitative eventualmente rilevate ad hoc, in funzione delle specifiche linee di ricerca affrontate.

“La valorizzazione del risparmio è una priorità ineludibile per le famiglie italiane in un contesto di bassi tassi e criticità congiunturali”, ha spiegato Piermario Motta, amministratore delegato Banca Generali, “La ridefinizione del modello di business delle banche commerciali pone al centro della scena il paradigma della consulenza finanziaria, già protagonista da diversi anni nei mercati più maturi sul fronte delle sfide previdenziali e di investimento. Siamo felici di essere al fianco di una realtà di prestigio come la Liuc, che vanta un forte legame con un territorio di grande dinamismo dal punto di vista imprenditoriale e produttivo, per promuovere l’analisi e la ricerca di elementi costruttivi nella qualificazione del servizio di private banking”.

“Il private banking e la finanza straordinaria hanno spesso avuto percorsi paralleli”, afferma Anna Gervasoni, Ordinario di Economia e gestione delle imprese della Liuc – Università Cattaneo, “Uno degli obiettivi dell’Osservatorio è analizzare le possibili convergenze anche attraverso lo studio di modelli internazionali e proporre delle utili chiavi di lettura e di analisi che possano aiutare addetti ai lavori e mercato a comprendere meglio le più recenti tendenze del settore”.