Immobili USA, la ripresa tanto attesa e’ arrivata

a cura di Stefania Basso

Il commento di Joseph G. Carson, US Economist e Director-Global Economic Research di AllianceBernstein

Nel quarto trimestre le costruzioni di case nuove sono aumentate del 4,4%, a un tasso annuo pari a circa 1,08 milioni di unità, in rialzo da 1,03 milioni di unità del terzo trimestre. Per la prima volta dall’inizio del 2008 le nuove costruzioni hanno superato la soglia di 1 milione di unità per due trimestri consecutivi.

La traiettoria al rialzo delle costruzioni di immobili dovrebbe accelerare ulteriormente nel 2015 secondo gli esperti di AB, grazie ai numerosi fattori economici e finanziari positivi e all’attuale basso livello delle scorte nel mercato residenziale. Per l’anno intero 2015 le nuove costruzioni potrebbero attestarsi tra 1,15-1,20 milioni di unità. Si stima inoltre anche un ciclo di ristrutturazione sostenuto. La combinazione tra costruzioni di case nuove e ristrutturazioni potrebbe far salire il pil reale di un intero punto percentuale quest’anno.

All’inizio del 2014, le condizioni meteorologiche estreme hanno ritardato il rimbalzo delle costruzioni di case nuove. Nel primo trimestre difatti le nuove costruzioni sono scese di circa il 10% registrando risultati relativamente solidi nei trimestri successivi. Per la prima volta dal 2007 il totale annuo delle nuove costruzioni ha superato 1,007 milioni di unità.

I fondamentali positivi guideranno l’andamento al rialzo dei mercati delle costruzioni di case e delle ristrutturazioni nel 2015. Le costruzioni di case nuove potrebbero ammontare tra 1,15 e 1,2 milioni di unità e le costruzioni unifamiliari nuove guideranno l’aumento generale delle nuove costruzioni per i seguenti fattori: primo, il mercato del lavoro è notevolmente migliorato – lo scorso anno sono stati creati 2,95 milioni di posti di lavoro e il tasso di disoccupazione è sceso al 5,6%.
Secondo, i mutui a tasso fisso del 3,5% sono inferiori di 100 punti base rispetto ai livelli dell’anno precedente.
Terzo, la fiducia dei consumatori ha toccato il massimo degli ultimi 11 anni, rispecchiando l’outlook più positivo del mercato del lavoro e le condizioni migliori delle imprese in generale.
Quarto, le scorte attuali di case esistenti (2,1 milioni alla fine del 2014) sono insolitamente basse, così come le scorte di case nuove, pari a 213.000 unità. Dunque la ripresa della domanda di case nuove porterà a un forte aumento di nuove costruzioni.

Infine, è più semplice per le famiglie accedere a nuovi mutui visto che sono migliorati la liquidità delle famiglie, il servizio del debito e le condizioni di benessere.

Stefania Basso
Stefania Basso
Laureata all'Università Statale di Milano, dal 2006 collaboro con Fondi&Sicav. Lunga esperienza nel settore del risparmio gestito come marketing manager presso Franklin Templeton Investments e J.P. Morgan Fleming Am a Milano e a Lussemburgo. Breve esperienza presso Lob Media Relations come ufficio stampa per alcune realtà finanziarie estere. In tutto il mio percorso professionale ho lavorato a stretto contatto con persone provenienti da diverse parti del mondo, che mi hanno permesso di avere un approccio dinamico e stimolante e di apprendere attraverso il confronto con realtà differenti.