La strategia attesa/attacco di Fideuram ISPB

Fabio Cubelli, condirettore generale Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking riscontra, più che la paura da parte dei risparmiatori, una strategia di attesa: sembra che la maggior parte degli investitori coinvolti in questa fase difficile preferisca, né uscire dai mercati, né entrare in cerca di occasioni.

«Sicuramente il contesto macroeconomico e geopolitico in questa prima parte dell’anno è molto complesso: stiamo vedendo la guerra in Ucraina, l’inflazione, la crisi energetica, i problemi di approvvigionamento di materie prime e tutte le relative ricadute. La volatilità dei mercati è decisamente rilevante. Va detto, però, che, in questi mesi, non abbiamo registrato da parte dei clienti reazioni emotive che abbiano portato a uscire dai mercati con quotazioni depresse. Ciò che avvertiamo è una riduzione dei nuovi investimenti, con un rallentamento nel gestito: gli investitori detengono liquidità in conto e rimandano le decisioni di investimento».

ENTRATA DILAZIONATA

Cubelli propone in questa fase di disorientamento e paura una strategia di difesa/attacco ben precisa, vale a dire un’entrata dilazionata sui mercati, che consente di frammentare il rischio.

«È assolutamente normale che, in questi momenti, i clienti esprimano preoccupazione e pongano maggiore attenzione all’andamento dei propri investimenti. L’esperienza maturata dai nostri consulenti finanziari nelle diverse situazioni di volatilità consente loro di valutare la situazione con uno sguardo temporale più lungo, focalizzandosi sui principi cardine del nostro mestiere: corretto orizzonte temporale, diversificazione, giusto rapporto rischio/rendimento e, ove possibile, ingresso progressivo sui mercati.

Uno strumento molto utilizzato in Fideuram è quello dei prodotti che chiamiamo “step-in”, che prevedono l’entrata nel mercato dilazionata in un periodo di 12–18 mesi, dando così modo di mediare i prezzi e ridurre i picchi di volatilità. Inoltre, come Fideuram, abbiamo partnership con tutti i principali asset manager nazionali e mondiali che ci consentono una copertura d’informazione su tutti i mercati e su tutte le asset class. Fideuram ha anche il vantaggio di avere una propria società di gestione che mantiene canali di comunicazione aperti con tutti i consulenti finanziari della divisione».