L’azionario Europa promette bene nonostante il rallentamento della Cina

Il Vecchio Continente ha le carte in regola per incassare il colpo e proseguire sulla strada della crescita. Il commento di Dean Tenerelli gestore del T. Rowe Price European Equity Fund

L’importanza della Cina per l’economia mondiale non dovrebbe essere sottostimata. La Cina è un grande partner commerciale per l’Europa e in particolare per la Germania. Abbiamo già affermato quest’anno che la Cina rappresenta la nostra maggiore preoccupazione al livello globale. L’economia del Dragone sta chiaramente rallentando e gli ultimi indicatori economici non sono stati esaltanti. Le ultime operazioni effettuate, come ad esempio il deprezzamento della valuta, sono evidenza del fatto che anche il governo di Pechino è preoccupato.

Tuttavia, ciò non dovrebbe tradursi negativamente per l’Europa. Crediamo che la ripresa degli utili nel Vecchio Continente sia ben supportata. I recenti utili stagionali sono stati i migliori degli ultimi cinque anni e gli utili societari delle imprese europee sono molto incoraggianti. Inoltre, è in corso anche una buona ripresa del PIL, con Paesi come l’Irlanda e la Spagna che fanno da traino. Potrebbe la Cina far deragliare questa ripresa? Il rallentamento della Cina potrebbe implicare una ripresa più lenta, ciò nonostante crediamo ancora che l’Europa sia orientata nella giusta direzione.