L’UK perde il rating AAA

Market flash di Axa Im relativo alla perdita del rating AAA da parte del Regno Unito dopo la Brexit.

A seguito del risultato a sorpresa del referendum sulla Brexit, le agenzie di rating hanno deciso per un downgrade del rating di credito UK da AAA, indicando un probabile peggioramento dell’outlook sulla crescita del Paese.

Cosa è successo ?
Le Agenzie di rating hanno abbassato il rating di credito del Regno Unito, aumentando di conseguenza il costo di finanziamento per il Paese.

Lunedì Fitch ha abbassato il rating da AA+ a AA, S&P da AAA a AA; entrambe con outlook negativo. Questo dopo il downgrade di Moody’s di venerdì dell’outlook UK da stabile a negativo.
S&P ha affermato che il risultato del referendum potrebbe provocare “un deterioramento della performance economica del Regno Unito, incluso il settore di considerevoli dimensioni dei servizi finanziari”


Effetto sui mercati

La Sterlina rimane ai minimi degli ultimi 30 anni. Nonostante questo movimento, il mercato azionario UK ha aperto marginalmente più in alto martedì, con il Primo Ministro Cameron a Bruxelles per incontrare i leader UE. Il rendimento dei Gilt decennali è a 0.99%, per la prima volta in assoluto sotto l’1%

Le nostre view

Le agenzie di rating hanno semplicemente dato seguito agli avvertimenti lanciati prima del voto, quando avevano affermato che un voto per l’uscita dall’Ue avrebbe avuto un impatto negativo sul rating del Paese. Due preoccupazioni nello specifico hanno motivato il downgrade. La prima riguarda l’impatto sul tasso di crescita dell’Uk, che è previsto scendere. La seconda è relativa all’effetto che il rallentamento della crescita del PIL potrà avere sulle finanze pubbliche. Guardando avanti, le agenzie di rating seguiranno l’evoluzione del piano di uscita del Regno Unito dall’UE e faranno ulteriori modifiche di conseguenza. Il percorso è molto incerto, tuttavia non crediamo che il rating UKkpeggiorerà ulteriormente a meno che il processo di uscita non incontri difficoltà significative e/o le reazioni dei mercati diventino più estreme.

Cosa succederà ora?

L’incertezza politica rimane elevata sia in Europa che nell’Uk, con la possibilità di ulteriori turbolenze nell’Eurozona. Manteniamo le nostre previsioni per i Pil Uk nel 2017 a 0.4% (a 1.9% prima del referendum), e per due tagli del 0.25% del tasso prima di fine anno.