Mantenersi liquidi per sfruttare i movimenti dei tassi di interesse

Vediamo opportunita’ nel settore bancario. Mateniamo esposizione sulle principali banche inglesi, francesi, svizzere, spagnole e italiane. Paul Read Responsabile Fixed income di Invesco

“Attualmente restiamo in una posizione difensiva sul mercato obbligazionario, in quanto non riteniamo che a questi livelli il rischio sia adeguatamente remunerato. Manteniamo un alto livello di liquidità, con contanti, bond a breve scadenza e governativi molto liquidi”. E’ questa l’opinione di Paul Read Responsabile Fixed income di Invesco.

Secondo Read, l’investitore obbligazionario, grazie a questa strategia sarà in grado di compensare il rischio sui tassi di interesse e il rischio di credito, sfruttando le occasioni che si presentano.

“Vediamo opportunità nel settore bancario che si è ultimamente rafforzato grazie ai progressi conseguiti nella solidità dei bilanci delle banche, portando anche a un beneficio del debito subordinato”, spiega il gestore Invesco, “a tal proposito, abbiamo mantenuto l’esposizione sulle principali banche inglesi, francesi, svizzere, spagnole e italiane”.

E’ da sottolineare che anche il dollaro resterà per il 2015 uno dei trend significativi nei mercati finanziari: la moneta Usa ha registrato un importante rialzo negli ultimi mesi, mentre i differenziali di interesse tra Stati Uniti e Europa si stanno ampliando, con la Fed pronta all’aumento dei tassi. “Ciò potrebbe comportare”, conclude Read, “che rendimenti negativi in segmenti del mercato obbligazionario dell’Eurozona incoraggino fuoriuscite di capitale oltreoceano”.