Nel lungo periodo, una colazione pro-Europa darà nuovo impulso all’Ue

Le previsioni sulle imminenti elezioni tedesche a cura di Fabien de la Gastine, Fixed Income fund manager di La Française

“I sondaggi relativi alle prossime elezioni tedesche del 24 settembre indicano che il partito della Merkel potrebbe raccogliere meno del 40% dei voti.
Tuttavia, la grande incognita rimane il gioco delle coalizioni post elezioni. CDU potrebbe unire le forze con SPD (che secondo i sondaggi dovrebbe raccogliere un 24%) o FPD (9%) e il partito dei verdi (8%).
Schulz – capo del PSD – condivide con la Merkel la visione europea. Ciò su cui divergono è la spesa pubblica: Merkel sembra più orientata a non aumentare le tasse e a raggiungere il livello del 60% nel rapporto tra debito e Pil entro il 2020. Schulz, dall’altro lato, vorrebbe maggiore redistribuzione e spesa fiscale. FDP ha una visione molto diversa sul tema Europa, molto più orientata alla Grexit. Il CDU potrebbe formare una coalizione con il partito FDP e Green per raggiungere la maggioranza richiesta del 50%. La grande domanda riguarda invece il risultato che raggiungerà il partito nazionalista tedesco, l’AFD: possibile che superi il 9%. Ad eccezione di grandi sorprese, le conseguenze sulla crescita tedesca e sui mercati finanziari dovrebbero essere limitate. Nel lungo termine, una colazione pro-Europa potrebbe dare un nuovo impulso all’Ue e rafforzare l’Euro.

Advertisement