Noli Me Tangere: un progetto di Olimpia Rospigliosi

Noli Me Tangere è una collettiva curata da Bohdan Stupak, dove gli artisti coinvolti, portando un’opera, dimostreranno come continua il loro lavoro, che sarà infine esposto e andrà all’asta. Qui nasce l’idea di Olimpia Rospigliosi (Pubbliche relazioni & Comunicazione) di sostenere LaSpes (www.laspes.it) associazione senza fini di lucro che finanzia borse di studio a giovani ricercatori.

Luca Cavicchi, Blue Mood, 2020

In modo violento si è spezzata la nostra rituale quotidianità, insieme a lei la nostra rappresentazione ordinaria del mondo. I droni come rondini a primavera sono arrivati attraversando le nostre piazze, dove le statue sembrano averpreso vita diventandone gli abitanti, in un mondo dove oggi sta dominando la paura. Ognuno di noi ha intrapreso un viaggio attraverso la memoria, vitale per continuare, un antidoto all’incertezza. Non sappiamo cosa stiano facendo gliartisti nel loro atelier, simile ad un involucro protettivo che lancia ricordi. È certo che l’arte contemporanea può essere un’ottica sorprendente per leggere il mondo odierno. – Bohdan Stupak

Alice Zanin, love at second egg #2

Olimpia Rospigliosi
Olimpia Rospigliosi nasce a Ginevra, e trascorre la sua infanzia a Parigi, dove inizia fin dai suoi primi anni ad entrare in contatto con personaggi del mondo della moda e dell’arte contemporanea. La moda e l’arte sono le pratiche che l’affascinano di più e con le quali si è da subito confrontata. Ecco perché Milano si rivela essere la città giusta. Appena trasferita lavora presso il gruppo Louis Vuitton Moet Hennessy. L’esperienza è fondamentale, non solo per affinare le tecniche relative alle strategie di comunicazione, ma anche quelle di investimento, cruciali per quello che sarà il suo studio di Pubbliche Relazioni, il quale viene inaugurato dieci anni fa, dopo un’altra importante esperienza, presso Camera Nazionale della Moda Italiana, dove partecipa all’organizzazione di opening e vernissages a Palazzo Reale e premiazioni a Palazzo Marino. Ed è a seguito quest’ultima esperienza che acquisisce un particolare intuito per la ricerca dei nuovi talenti. Inizia a fare la talent scout e da ufficio stampa per giovani artisti e designer.

Bohdan Stupak
Bohdan Stupak è nato a Stryï, piccola cittadina Ucraina a pochi passi dai Carpazi, ma è cresciuto nella colorata e dotta Bologna dove finiti gli studi superiori si sposta in una città più adatta alle sue esigenze, Milano. Nella città meneghina continua i suoi studi in Beni Culturali presso l’università Statale di Milano. Diverse le collaborazioni con il critico d’arte Marco Vallora: “Pittori/Poeti/Pittori”, mostra tra arte e poesia. Palazzo Banca d’Alba / Fondazione Bottari Lattes Dal Nulla al Sogno. Dada e Surrealismo dalla Collezione del Museo Boijmans Van Beuningen. Ha scritto per la mostra Italianissima, capolavori dal Museo del Novecento di Firenze esposti all MuSa, Museo di Salò per la casa editrice Contemplazioni, tuttora continua a scrivere per il bimensile ZERO Milano. Collabora attualmente con lo studio Olimpia Rospogliosi, ufficio pubbliche relazioni & comunicazione con sede a Milano, dove sviluppa progetti inerenti al mondo dell’arte.

Mostra:
dal 14 al 22 luglio 2020 su appuntamento
c/o Studio Rospigliosi

Asta online:
https://www.charitystars.com/collection/noli-me-tangere-it

Studio Rospigliosi
Piazza Borromeo 10, 20123, Milano
olimpia@olimpiarospigliosi.it