Paesi emergenti sempre più connessi

“Sullo sfondo di una crescita irregolare, l’innovazione tecnologica e la diffusione di internet rappresentano un volano per la crescita in molti paesi emergenti, in particolare l’India” afferma Anirudha Dutta, specialista in affari indiani di Capital Group

Molti mercati emergenti hanno fatto fatica negli ultimi anni e continuano ad affrontare difficoltà a livello macroeconomico: tutto questo li rende una soluzione di investimento difficile. Nonostante le problematiche affrontate dai paesi in via di sviluppo, l’innovazione tecnologica si sta dimostrando un volano in molti mercati emergenti, e l’India è uno di questi. Oltre a essere stata colpita in misura minore dal rallentamento della Cina, la sua popolazione in crescita rende l’India una succosa opportunità per le società orientate ai consumi e alla tecnologia, soprattutto visto che i lavoratori di età compresa tra i 25 e i 29 anni guadagnano più della media nazionale.

L’aumento dei tassi di adozione di internet nei paesi in via di sviluppo ha avuto implicazioni vantaggiose, soprattutto nei paesi in cui il potere d’acquisto dei consumatori è in crescita. Le società di e-commerce cinesi, come Alibaba e JD.com, hanno tratto vantaggio da un netto aumento delle connessioni a internet e dalla proliferazioni di telefoni cellulari. L’India, con la sua economia in rapida crescita e la sua popolazione giovane, la segue a breve distanza. Tra le società che stanno cercando di sfruttare la situazione c’è Amazon, che ha effettuato un considerevole investimento per supportare la propria rapida crescita e migliorare l’assistenza alla clientela.

Il crescente numero di persone connesse costituisce un’evoluzione promettente per le banche indiane. E il cambiamento si sta verificando rapidamente: oggi circa il 75% delle transazioni è condotto tramite canali digitali invece che presso gli sportelli bancomat o in filiale. Esempi di società che potrebbero trarre vantaggio di questo cambiamento in corso includono HDFC Bank e ICICI Bank. Altri esempi includono gli operatori delle telecomunicazioni Bharti Airtel e Vodafone.

Nei prossimi cinque anni, 65 milioni di persone entreranno nel mondo del lavoro. Questa generazione ha confidenza con la tecnologia ed ha una maggiore propensione verso l’assunzione di rischi e i consumi. Sta facendo tutto online. Le banche non possono far altro che passare al digitale, che rappresenta un’enorme opportunità.

Paola Sacerdote
Nata a Milano ma cresciuta a Ivrea, patria del sogno olivettiano di cui ho visto il triste tramonto, ho studiato Scienze Politiche all'Università degli Studi di Milano. Dopo una esperienza nel mondo della finanza come consulente, oggi collaboro a tempo pieno con il gruppo FONDI&SICAV.
Advertisement