Home Lifestyle Past / Present. Una mostra tra tempo ed esistenza

Past / Present. Una mostra tra tempo ed esistenza

0
Past / Present. Una mostra tra tempo ed esistenza
Liliana Moro, Still life, 2020

Past/ Present, la nuova mostra con cui Michela Negrini prosegue la stagione espositiva della sua galleria a Lugano, riunisce diverse opere che, con i loro riferimenti, chiamano in causa la questione del tempo ed esistenza.

La mostra, una collettiva, si estende oltre i confini abituali delle immagini, nella loro dimensione spaziale e temporale, e nasce da una riflessione su questo particolare tempo “congelato” che stiamo vivendo a causa della pandemia Covid19.

Una delle numerose conseguenze della pandemia è il cambiamento della nostra percezione del tempo. Lo spazio della vita quotidina ha subito enormi limitazioni. Il virus, inatteso, ci ha bloccati. Abituati a guardare al futuro, oggi viviamo nell’incertezza. Prigionieri del presente, la vita è diventata sopravvivenza, senza proiezione, se non quella individuale.

La mostra esplora, attraverso il lavoro di quattro artisti – Elisabetta Benassi, Liliana Moro, Melik Ohanian, Namsal Siedlecki –  le molte implicazioni dell’esperienza del tempo, della sua essenza e della sua percezione.

Elisabetta Benassi, Atlas Shrugged

Attraverso il recupero e la trasformazione di materiali e di simboli, Elisabetta Benassi osserva criticamente l’eredità culturale, politica e artistica spesso controversa dei nostri tempi, per esplorare il rapporto tra passato ed epoca contemporanea, interrogandosi sulla condizione e l’identità del presente. In mostra Atlas Shruggedun lavoro del 2018 che si inserisce nell’esplorazione di un mondo in cui  l’idea di comunità è sparita e in cui regna “l’individuo sovrano”.

In mostra anche opere inedite di Liliana Moro: grandi sculture in ceramica bianca candida, a forma di melagrana. Simbolo primitivo del ciclo morte-vita, del continuum su cui si basa la nostra esistenza, il frutto ne rappresenta l’energia vitale. Negli ultimi anni la ceramica è tornata molto spesso nel lavoro di Liliana Moro, anche per realizzare forme prese dal mondo naturale, come per esempio la frutta.

Melik Ohanian, Tomorrow Was

Inoltre sarà possibile ammirare anche le nuove opere della serie Tomorrow Was di Melik OhanianDa sempre, la sua ricerca artistica indaga il mondo dell’immagine e il suo potere allegorico e la dimensione spaziale e quella temporale possono essere identificate quali nodi centrali di tutta la sua poetica. Senza indicazioni di tempo, né di spazio, questa serie medita su un possibile domani.

 

 

 

Namsal Siedlecki, Trevis Maponos, 2020

Infine, la scultura in argento di Namsal Siedlecki realizzata con le monete d’argento gettate nella Fontana di Trevi e nata da alcune scansioni 3d di reperti archeologici risalenti al 50 a.C nei pozzi votivi di Clermont Ferrand.
Gli ex voto hanno rappresentano fin dal paleolitico un elemento di legame col divino, cui l’uomo si rivolge alla ricerca di forza e conforto. Questa antica forma di preghiera, in cui predominante è la presenza di figure umane, è portata in mostra grazie al lavoro dell’artista. L’opera di Siedlecki si sofferma sull’idea che in oltre 2000 anni l’umanità continua a ripetere lo specifico rituale di gettare qualcosa in acqua cercando un aiuto soprannaturale.

 

20 maggio – 10 settembre 2021

Galleria Michela Negrini
Via Dufour 1
6900 Lugano (CH) tel. 0041 91 9211717
Apertura al pubblico: martedi’-domenica h.10-20.00 (su appuntamento)

info@michelanegrini.com
www.michelanegrini.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito utilizza i cookies.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.