Petrolio in rialzo

Aggiornamento sui mercati e agenda macro a cura di UniCredit

Prezzi del petrolio in rialzo nei primi scambi del nuovo anno favoriti dalle prospettive che l’accordo sul taglio della produzione tra Paesi Opec e non, entrato in vigore il primo gennaio, possa portare i frutti sperati. Il greggio WTI quota stamane in rialzo dello 0,50% a USD54 al barile.

Eur/Usd a 1,0450
Dollaro ancora robusto, sostenuto dalle prospettive di un rialzo dei tassi Usa mentre la confortante lettura del Pmi cinese ha offerto una spinta al dollaro australiano. Con la piazza giapponese ancora chiusa per festività, il cambio Eur/Usd quota intorno a 1,0450.

Dati macro Cina
Dopo i segnali positivi giunti dalle indagini sul manifatturiero in Europa, dalla Cina il Pmi definitivo di dicembre a cura di Caixin ha visto un’accelerazione superiore alle attese con l’indice salito a 51,9 pts dal 50,9 di novembre e a fronte di attese per 50,7, portandosi al massimo dal gennaio 2013.

Agenda macro
Dopo i numeri migliori delle attese relativi all’inflazione spagnola, pubblicati la settimana scorsa, sotto la lente degli investitori saranno i dati preliminari dei prezzi al consumo in Francia e Germania a dicembre, antipasto della statistica relativa alla zona euro in agenda mercoled√¨. Dagli Usa invece giungeranno nel pomeriggio i numeri finali, sempre relativi a dicembre, del Pmi manifattura di Markit e l’indice Ism manifatturiero. Quest’ultimo, rispetto a novembre, dovrebbe evidenziare una lieve accelerazione del ritmo di crescita a 53,5 da 53,2.

Advertisement