Puntare sulle obbligazioni municipali e sui bondi high yield

a cura di Stefania Basso

Il commento settimanale di Russ Koesterich, Global Chief Investment Strategist di BlackRock

I titoli hanno realizzato risultati misti la scorsa settimana, con la Cina in rialzo, gli USA sostanzialmente piatti e altri mercati maturi in calo. Negli USA, l’indice Dow Jones Industrial Average è salito dello 0,27% a quota 17,898 mentre l’indice S&P 500 è salito dello 0,09% chiudendo la settimana a 2.094 punti. Il Nasdaq Composite Index ha performato peggio, scendendo dello 0,33% a quota 5.051. Il rendimento del treasury decennale ha toccato un nuovo massimo nell’anno prima di scendere e chiudere la settimana su livelli invariati al 2,40%.

I titoli stanno ancora risentendo del recente rialzo dei tassi di interesse avvenuto per gran parte di aprile e maggio. Gli investitori dovranno aspettarsi un’ulteriore volatilità dei tassi mentre il recente picco dei tassi di interesse (e il corrispondente calo dei prezzi dei bond) ha mantenuto i bond USA a lungo termine su livelli di prezzo ragionevoli.

Uno dei motivi della performance debole dei titoli della scorsa settimana è stato la difficile trattativa con la Grecia, anche se il fattore determinante della debolezza rimane il cambiamento del regime dei tassi di interesse a livello globale. La scorsa settimana oltre agli USA, i rendimenti dei bond in Gran Bretagna, Europa, Giappone, Australia e Nuova Zelanda hanno toccato nuovi massimi nell’anno.

I tassi di interesse non stanno salendo a causa dei timori di inflazione ma perché i tassi stanno iniziando a normalizzarsi rispetto ai livelli bassi non sostenibili toccati a inizio anno.

L’aumento dei tassi di interesse ha avuto un impatto prevedibile sui mercati azionari. Alcuni settori del mercato hanno risentito maggiormente. I segmenti tradizionalmente sensibili ai tassi – le utility USA, i fondi comuni di investimento immobiliare, i mercati emergenti e i titoli auriferi, sono scesi di almeno il 10%.

La correzione potrebbe essere perlopiù già avvenuta malgrado la stima di un ulteriore rialzo dei tassi nel corso dell’anno. L’aumento dei rendimenti, ancora bassi sulla base degli standard storici, ha generato valore per le obbligazioni a lunga scadenza. I rendimenti potrebbero rimanere bassi a lungo: l’inflazione è contenuta e relativamente stabile, la domanda è supportata dall’acquisto degli investitori istituzionali e l’invecchiamento della popolazione favorisce uno spostamento verso il reddito. L’unione di questi fattori indica che i tassi di interesse reali potrebbero scambiare a un livello più basso rispetto a quanto non sia avvenuto 10 o 20 anni fa.

Gli investitori dovrebbero mirare tatticamente ai settori di valore all’interno del reddito fisso, come ad esempio le obbligazioni municipali esonerate dall’imposta, che stanno iniziando a stabilizzarsi, dopo che un’offerta sostenuta ha fatto pressione sulla classe di attivo per gran parte della primavera. Al momento le obbligazioni municipali a lungo termine offrono l’opportunità di una ripresa incrementale dei rendimenti rispetto ai treasury. Inoltre, i bond high yield, anche se sotto pressione di recente, offrono ancora un rendimento ragionevole. E con il miglioramento dell’economia il rischio di un aumento reale delle insolvenze è minimo.

Infine, l’aumento dei rendimenti ha generato valore ai TIPS (titoli di stato protetti dall’inflazione). Gli investitori che hanno in portafoglio perlopiù bond tradizionali potrebbero prendere in considerazione l’esposizione verso gli strumenti governativi protetti dall’inflazione.

Stefania Basso
Stefania Basso
Laureata all'Università Statale di Milano, dal 2006 collaboro con Fondi&Sicav. Lunga esperienza nel settore del risparmio gestito come marketing manager presso Franklin Templeton Investments e J.P. Morgan Fleming Am a Milano e a Lussemburgo. Breve esperienza presso Lob Media Relations come ufficio stampa per alcune realtà finanziarie estere. In tutto il mio percorso professionale ho lavorato a stretto contatto con persone provenienti da diverse parti del mondo, che mi hanno permesso di avere un approccio dinamico e stimolante e di apprendere attraverso il confronto con realtà differenti.