Rendimenti moderati sugli investimenti alternativi

Le commodity e l’immobiliare sono vulnerabilia qualsiasi ritracciamento al ribasso deirendimenti obbligazionari; gli hedge fund sonoposizionati meglio. Credit Suisse

Ci attende un anno contrastante per gli investimenti alternativi
Lo scorso anno è stato difficile per gli investimenti alternativi. L’immobiliarequotato ha realizzato notevoli guadagni, mentre gli hedgefund sono stati piuttosto deboli e le commodity hanno subito ilmaggiore sell-off dai tempi della crisi finanziaria. Riteniamo verosimileche le condizioni di mercato restino poco favorevoli anche neiprossimi mesi.

Gli elevati costi di carry pesano sulle commodity
Le commodity sono arrivate ultime nella classifica delle classi di investimentonel 2014, con alcuni comparti, come quello petrolifero,che hanno perso quasi il 50%. Ai livelli correnti, le commodity appaionosottovalutate ed i prezzi a pronti potrebbero recuperarequando la crescita riprenderà in modo più significativo. Tuttavia,per il momento le nostre previsioni restano neutrali. Molti mercatisoffrono ancora di eccesso di offerta e le scorte continuano ad aumentare.In questo modo aumentano i costi di carry, frenando irendimenti complessivi per gli indici delle commodity. Questo valein modo particolare per il petrolio, i cui costi di carry sono attornoal 20%. L’oro è destinato a registrare un andamento laterale. Vistoil livello ridotto dei tassi d’interesse reali, il mercato appare sottovalutato,ma l’inflazione bassa e il dollaro forte dovrebbero limitareil rialzo.

Hedge fund: modesto potenziale di rendimento per il 2015
L’indice Credit Suisse Hedge Fund ha guadagnato il 4,1% sull’intero2014, dunque nettamente meno della media storica. Le condizionidi mercato per gli hedge fund segnalate dal nostro BarometroCredit Suisse sugli Hedge Fund sono ulteriormente peggioratedi recente, sulla scia della maggiore volatilità. Riteniamo quindi chei rendimenti degli hedge fund siano destinati a restare tra il 4% e il6% per il 2015. In questo universo d’investimento, i migliori risultatidovrebbero essere registrati dalle strategie direzionali, event drivene di trading tattico. Le strategie di trading tattico, in particolare,dovrebbero distinguersi grazie alla loro maggiore flessibilità e allatendenza a dare il meglio di sé negli scenari caratterizzati da unaforte incertezza.

Il rischio di un aumento dei rendimenti obbligazionari limital’interesse per l’immobiliare quotato
Le prospettive generali dei fondi d’investimento immobiliare (REIT)e degli altri titoli immobiliari sono recentemente migliorate grazie allanotevole flessione dei rendimenti dei più importanti titoli di Statodi riferimento. Il livello medio del tasso di rendimento azionario globaledei titoli immobiliari resta attorno al 3,5%, cosicché il differenzialedi rendimento rispetto ai rendimenti di riferimento è ulteriormenteaumentato. In prospettiva, ciò dovrebbe proteggere i REITdal ribasso, nonostante il rischio di un incremento dei rendimenti.Le nostre previsioni generali per i REIT sono neutrali. Prevediamouna sottoperformance dei fondi immobiliari svizzeri, mentre i REITbritannici dovrebbero realizzare sovraperformance in uno scenariocaratterizzato da fondamentali solidi per l’immobiliare diretto.