Settore residenziale in Europa, ripresa ancora molto lenta

A cura di stefania Basso

In discesa i prezzi della case in Francia, Italia e Belgio. Bene l’Irlanda, seguita da Germania e Regno Unito. Standard&Poor’s

-I tassi di interesse molto bassi, un euro più debole e i prezzi bassi del petrolio potrebbero sostenere una ripresa dei prezzi delle case in Europa nel corso dei prossimi 24 mesi.
-Tuttavia i prezzi continueranno a scendere quest’anno in Francia (-3%) e in Italia (-2%) a causa delle condizioni economiche deboli e dell’alto tasso di disoccupazione, in Belgio (-3,5%) e in Svizzera (-1%) per la stretta regolamentare sui mutui.
-Il programma di QE della BCE avrà solo un limitato beneficio per il mercato immobiliare residenziale della zona euro, perché i tassi di interesse sono già ai minimi storici in molti paesi.
-L’Irlanda nel 2015 sarà il paese che vedrà il massimo incremento dei prezzi del mercato immobiliare residenziale (+9%), seguita da Germania (5%) e Regno Unito (4%).

“I prezzi delle case continueranno a scendere in alcuni mercati residenziali europei quest’anno a causa delle economie deboli e della stretta delle condizioni del prestito”, affermano gli economisti di Standard & Poor’s. I bassi tassi di interesse stanno contribuendo a una ripresa ancora molto lenta dei mercati immobiliari. Dalla recente ricerca di S&P’s emerge come i prezzi delle case in Francia e in Italia continueranno a scendere nel 2015, rispettivamente del 3% e del 2% a causa della debole crescita economica, dell’elevata disoccupazione e della bassa fiducia nei consumi. Il mercato residenziale belga potrebbe scendere del 3,5% dopo una riduzione delle imposte ipotecarie quest’anno, mentre le normative molto rigide sul prestito e il rinnovato apprezzamento del franco svizzero freneranno il mercato residenziale svizzero, generando un calo dell’1% dei prezzi. Secondo Sophie Tahir, economist di Standard & Poor’s, “l’ampio programma di QE della Banca centrale europea, il conseguente indebolimento dell’euro e il calo dei prezzi del petrolio potrebbero tuttavia arrestare la flessione del mercato o stimolare la ripresa nella gran parte dei mercati il prossimo anno”.
Il mercato residenziale spagnolo potrebbe tornare a crescere nel 2016 (+2%) rispetto al forte calo degli ultimi anni. I tassi di interesse a lungo termine rimarranno ai minimi storici nei prossimi due anni dato che la BCE ha implementato l’acquisto di attivi per 60 miliardi di euro al mese da marzo di quest’anno a fine settembre 2016.
Inoltre la ripresa di alcuni mercati dell’eurozona continuerà a risentire dell’elevato indebitamento delle famiglie, come in Olanda, o della domanda interna contenuta, come in Portogallo. Tra i migliori mercati immobiliari residenziali europei quest’anno spicca l’Irlanda, con una crescita dei prezzi pari a +9% sulla scia del miglioramento dell’economia e della ridotta offerta di case che ha permesso di liberare una domanda repressa. I controlli serrati sul prestito da parte della banca centrale irlandese impediranno ai prezzi delle case di sfuggire ad ogni controllo.
Anche il mercato residenziale tedesco e britannico rimarrà positivo quest’anno, con una crescita pari al 5% e al 4% rispettivamente. In Germania i dati economici favorevoli, il tasso di occupazione, le condizioni di finanziamento e la convenienza stanno sostenendo la crescita. Nel Regno Unito, i tassi di interesse molto bassi e l’economia ancora robusta stanno incoraggiando la compravendita di case ma il mercato sta rallentando a causa della stretta delle normative sui prestiti e di un mercato meno conveniente.

Stefania Basso
Stefania Basso
Laureata all'Università Statale di Milano, dal 2006 collaboro con Fondi&Sicav. Lunga esperienza nel settore del risparmio gestito come marketing manager presso Franklin Templeton Investments e J.P. Morgan Fleming Am a Milano e a Lussemburgo. Breve esperienza presso Lob Media Relations come ufficio stampa per alcune realtà finanziarie estere. In tutto il mio percorso professionale ho lavorato a stretto contatto con persone provenienti da diverse parti del mondo, che mi hanno permesso di avere un approccio dinamico e stimolante e di apprendere attraverso il confronto con realtà differenti.