Short su euro contro corona norvegese e positivi su debito sovrano portoghese

Commento su incontro BCE e impatto sui mercati, in particolare quello obbligazionario. Scott Thiel, Deputy Chief Investment Officer of Fundamental Fixed Income e head of the Global Bond Team

a cura di Stefania Basso

Nelle ultime sei settimane dall’ultima dichiarazione di politica monetaria del Consiglio Direttivo della BCE, la saga del debito della Grecia ha conquistato la scena, offuscando anche le notizie relative al massiccio sell-off delle azioni cinesi.

I vari sviluppi hanno originato l’introduzione dei controlli di capitale in Grecia e livelli elevati di volatilità intra-day nei mercati obbligazionari. Il team di BlackRock prevede ulteriore volatilità nelle prossime settimane, dato che il Primo Ministro greco Tsipras deve fare i conti con le contestazioni all’interno del suo partito e la riunione del Bundestag tedesco, che dovrà decidere se dare o meno il mandato al Governo tedesco per la negoziazione di un nuovo programma di salvataggio per la Grecia.

Ieri la BCE ha lasciato invariati i tassi di interesse. Durante la conferenza stampa il Presidente, Mario Draghi, ha annunciato di voler incrementare la liquidità di emergenza (ELA) per le banche greche di 900 milioni di euro. Ha affermato che l’esposizione complessiva della BCE alla Grecia si aggira a 130 miliardi di euro e che gli interventi sono mirati a mantenere la Grecia nell’area euro.

Draghi ha confermato che le voci di uscita della Grecia dall’euro non hanno indebolito la stabilità dell’euro, tuttavia è necessaria un’ulteriore integrazione all’interno dell’eurozona.

BlackRock assume una posizione corta sull’euro contro la corona norvegese e mantiene la visione positiva sul debito sovrano portoghese. Adottata una posizione corta sui bund in generale nelle posizioni di copertura.

Dopo l’audizione semestrale al Congresso americano di qualche giorno fa e il discorso di venerdì scorso del Presidente della Federal Reserve americana, Janet Yellen, il team di BlackRock mantiene la prospettiva di un primo aumento dei tassi di interesse già nel mese di settembre. Di conseguenza è posizionato su un appiattimento della curva dei treasury USA e assume una posizione corta o di sottopeso nell’estremità inferiore della curva. Adotta una posizione lunga sul dollaro americano contro lo yen giapponese e il dollaro australiano.

Rimane posizionato con duration negativa sui titoli di stato inglesi. E’ sembrato un déjà vu martedì scorso, quando il Governatore della Bank of England Carney ha detto al Parlamento che “si sta avvicinando il momento di aumento dei tassi di interesse alla luce della buona performance dell’economia” – affermazione già espressa un anno fa, quando è stato eletto governatore della BoE. L’inflazione UK è scesa a zero ma secondo BlackRock ha toccato il livello minimo e gli altri fondamentali rimangono solidi.

Infine, il team di BlackRock mantiene una posizione lunga sui titoli di stato australiani.

Stefania Basso
Stefania Basso
Laureata all'Università Statale di Milano, dal 2006 collaboro con Fondi&Sicav. Lunga esperienza nel settore del risparmio gestito come marketing manager presso Franklin Templeton Investments e J.P. Morgan Fleming Am a Milano e a Lussemburgo. Breve esperienza presso Lob Media Relations come ufficio stampa per alcune realtà finanziarie estere. In tutto il mio percorso professionale ho lavorato a stretto contatto con persone provenienti da diverse parti del mondo, che mi hanno permesso di avere un approccio dinamico e stimolante e di apprendere attraverso il confronto con realtà differenti.