Sovrappeso sulle Filippine

La crescita rimane robusta, il surplus estero e i fondamentali solidi. Il commento trimestrale di City of London IM

a cura di Stefania Basso

Il pil headline è rallentato al 5,2% anno su anno (+0,3% trimestre su trimestre) nel primo trimestre dal 6,1% (+1,8% trimestre su trimestre) del quarto trimestre, dato che il commercio netto ha sottratto il 4% dalla crescita sulla scia del forte aumento delle importazioni. I consumi privati invece sono rimasti robusti e l’investimento è salito del 10,1% anno su anno, aprendo la strada a una crescita costante. La spesa pubblica, che rappresenta il 10% del pil, è cresciuta solo del 4% (il bilancio prevede una crescita della spesa del 30%), trascinando al ribasso la crescita complessiva. Il sottoutilizzo degli stanziamenti fiscali di quest’anno ha rappresentato una grossa questione a livello nazionale. Il Governo si impegnerà a raggiungere l’obiettivo di bilancio nella seconda metà dell’anno, accelerando in particolare la spesa in infrastrutture, che potrebbe portare la crescita a circa il 6% nel 2015.

L’indice dei prezzi al consumo di giugno è sceso all’1,2% anno su anno. Se i prezzi del petrolio non crolleranno di nuovo, l’inflazione potrebbe iniziare a risalire nel quarto trimestre ma rimanere sotto il punto medio del 3% della fascia obiettivo della banca centrale nell’anno. La Banca centrale delle Filippine (BSP) ha lasciato i tassi di interesse invariati a giugno tra rischi sostanzialmente bilanciati.

L’avanzo delle partite correnti è rimasto solido a +4,8% del pil nel primo trimestre, sulla scia del restringimento del disavanzo commerciale, robusti proventi dei servizi e rimesse estere resilienti. Il disavanzo commerciale si è ristretto da 5,4 miliardi di USD dell’anno precedente a 4,7 miliardi di USD grazie alla crescita delle esportazioni, in particolare i manufatti, e alla contrazione delle esportazioni, in particolare il petrolio. Le esportazioni di prodotti di tecnologia e macchinari rimarranno sostenute mentre le importazioni rimangono vulnerabili a un incremento dei prezzi del petrolio. Tuttavia, grazie alla solidità dei flussi delle rimesse il conto corrente rimarrà in surplus di bilancio, superando probabilmente il risultato del 2014.

Il mercato delle Filippine è più economico dato che il premio del rapporto prezzo/utili rispetto all’indice MSCI è sceso dal 53% al 35% nell’ultimo trimestre. Il rapporto prezzo utili rimane ancora elevato, a 20,9 ma in questo momento è più interessante rispetto a Messico, India e Brasile. Con i fondamentali ancora solidi viene mantenuta un’allocazione di sovrappeso sul paese.

Stefania Basso
Stefania Basso
Laureata all'Università Statale di Milano, dal 2006 collaboro con Fondi&Sicav. Lunga esperienza nel settore del risparmio gestito come marketing manager presso Franklin Templeton Investments e J.P. Morgan Fleming Am a Milano e a Lussemburgo. Breve esperienza presso Lob Media Relations come ufficio stampa per alcune realtà finanziarie estere. In tutto il mio percorso professionale ho lavorato a stretto contatto con persone provenienti da diverse parti del mondo, che mi hanno permesso di avere un approccio dinamico e stimolante e di apprendere attraverso il confronto con realtà differenti.