Home Dal mondo Sri Lanka, una difficile decisione geopolitica

Sri Lanka, una difficile decisione geopolitica

0
Sri Lanka, una difficile decisione geopolitica

a cura di Mark William Lowe

Lo Sri Lanka, per quanto riguarda le relazioni internazionali, sin dall’indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1948, ha sempre aderito a una politica di non allineamento, scelta dettata da una serie di fattori tra cui, in particolare, il desiderio della piccola nazione insulare di sviluppare sovranità, economia e indipendenza, rimanendo in disparte dalle dispute delle grandi potenze. 

La completa separazione dal Regno Unito, nel 1957, ha permesso al Paese di prendere le distanze da qualsiasi orientamento che lo facesse percepire come incline all’occidente e, nel 1961, di diventare un membro fondatore del Movimento dei paesi  non allineati (Non aligned movement-Nam). L’adesione e il ruolo di Colombo nel Nam hanno fornito una piattaforma allo Sri Lanka per impegnarsi nella diplomazia multilaterale nel mondo appena decolonizzato e anche all’interno delle Nazioni Unite. 

Molti osservatori sostengono che la politica estera di non allineamento ha permesso al Paese di navigare nella guerra fredda relativamente indenne e si tratta di una scelta tuttora attuale nel contesto globale in cui il governo di Colombo ha bisogno di strategie capaci di contrastare le richieste statunitensi, cinesi e indiane di partecipazione agli affari domestici del Paese. 

Neutrale o non allineato?

A 50 anni dalla fondazione del Nam, lo scenario globale è cambiato radicalmente e Colombo si trova di fronte al compito di adattare la sua politica di equidistanza per affrontare la realtà attuale. Negli ultimi mesi, il presidente, Gotabaya Rajapaksa, ha promosso il principio di “neutralità dello Sri Lanka”, un concetto diverso dal non allineamento, e una strategia di politica estera completamente nuova per il Paese. 

La principale differenza tra neutralità e non allineamento è che la prima è uno status ben definito ai sensi del diritto internazionale, mentre il non allineamento è un concetto politico, che, in quanto tale, ha perso rilevanza dalla fine della guerra fredda. Anche a causa del fatto che la decolonizzazione è oggi una questione minore, dato che sono trascorsi diversi decenni da quando la maggior parte delle ex colonie ha ottenuto l’indipendenza. 

continua leggi il numero 133 di Fondi&Sicav magazine

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito utilizza i cookies.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.