Stampa e acquista, dai bond alle azioni

A cura di Rocki Gialanella

Gli acquisti di azioni -attraverso Etf- compiuti dalla Bank of Japan, stanno supportando le quotazioni dei listini del Sol Levante

E’ storia degli ultimi anni che i mercati obbligazionari sono stati profondamente manipolati dalle scelte di politica monetaria non convenzionali applicate dalle banche centrali dei principali paesi industrializzati.

La profonda crisi economica, accompagnata da una dinamica negativa delle variazioni dei prezzi al consumo, che ha abbracciato per lunghi periodi l’economia nipponica, ha convinto la Bank of Japan a spingersi oltre. Nel 2010, l’entità giapponese aveva già compiuto qualche passo in più rispetto alle altre banche centrali, entrando, seppure in maniera marginale, nel mercato azionario domestico.

Successivamente, a partire dalla primavera del 2013, e in particolare da settembre 2014, sulla scia dell’approvazione di nuovi programmi di allentamento quantitativo sempre più corposi, la presenza sui listini della BoJ ha subito un sensibile accelerazione attraverso l’acquisto di quote di Exchange traded funds focalizzati sugli indici di Borsa locali.

Un’analisi curata dal Wall Street Journal ha evidenziato che l’ascesa delle Borse nipponiche coincide con l’accelerazione degli acquisti realizzati dalla Banca centrale. Ancora più interessante è l’analisi dei momenti in cui l’entità monetaria ha deciso di effettuare i suoi acquisti: nel 76% dei casi i flussi in entrata verso i listini locali coincidono con aperture al ribasso dei listini. Tutto lascia intendere che la banca centrale giapponese non stia limitando il suo operato al segmento obbligazionario, ma stia invece destinando parte delle risorse del quantitative easing ai listini azionari.

Infine, il Wall street Journal mette in relazioni i massicci flussi di acquisto diretti verso il mercato azionario domestico con l’operatività del fondo pensione pubblico, che ha un asset under management di 1.000 mld di euro. A questo punto sembra proprio che il mix per confermare la presenza di un intervento diretto a sostegno dei mercati azionari locali sia servito.

Rocki Gialanella
Rocki Gialanella
Laurea in Economia internazionale presso l’Università degli Studi di Napoli ‘Federico II’. Ho abbracciato il progetto FondiOnline.it nel 2001 e da allora mi sono dedicato allo sviluppo/raggiungimento del target che ci eravamo prefissati: dare vita a un’offerta informativa economico-finanziaria dal linguaggio semplice e diretto e dai contenuti liberi e indipendenti. La storia continua con FONDI&SICAV.