Stati Uniti, attenzione a delusione da crescita PIL

Secondo David Basola, Responsabile per l’Italia di Mirabaud AM, nel secondo trimestre la crescita dovrebbe migliorare

Confermiamo la nostra view cauta sulla crescita economica degli Stati Uniti nel 2015. Gli ultimi dati suggeriscono che l’espansione del PIL nei primi tre mesi del 2015 ha significativamente rallentato sotto l’1%. Per il futuro, nel secondo trimestre la crescita dovrebbe migliorare, poiché i primi segnali di una svolta dei dati sono generalmente positivi e in qualche maniera contrastati in questa fase.

In particolare, insieme alle richieste di sussidi di disoccupazioni, le domande di acquisti con mutui sono aumentate significativamente nelle ultime settimane”; le vendite di autovetture hanno mostrato un rimbalzo a marzo, mentre i dati di vendite ex-settore auto mostrano un andamento migliore rispetto alla stagnazione vista tra dicembre e febbraio. Tuttavia, i dati del Governo segnalano che le scorte rispetto alle vendite hanno raggiunto livelli elevati nel settore wholesale e manifatturiero, poiché la domanda ha mostrato un notevole rallentamento negli ultimi due trimestri. Dunque via via che la domanda risalirà in primavera, potrebbe essere soddisfatta principalmente dalle scorte e, se così fosse, la spinta alla crescita del PIL sarebbe rimandata.

Infine, per quanto riguarda il mercato del lavoro, ognuno dei tre indicatori ad esso riferiti suggeriscono che la lettura riportata a marzo è probabilmente un’eccezione e per i prossimi mesi ci si può ragionevolmente aspettare un maggior incremento dei posti di lavoro.