equity risk

La vittoria di Macron, un compromesso quasi ideale

Il nuovo presidente è a metà strada tra fra keynesiani pro-spesa e pro-Sud Europa e rigoristi del Nord
Advertisement